Prestiti: dopo Usa e Giappone entro fine anno il servizio Amazon Lending sbarcherà in altri otto Paesi, tra cui l’Italia

Amazon LogoDopo averlo  avviato negli Stati Uniti e in Giappone nel 2012, entro la fine di quest’anno Amazon porterà il suo servizio Amazon Lending, che offre prestiti a imprenditori e società di piccole e medie dimensioni che utilizzano la piattaforma, in altri otto Paesi: Cina, Canada, Francia, Germania, India, Italia, Spagna e Regno Unito.

Secondo quanto riferisce il Time, i prestiti potranno partire da mille e arrivare fino a centinaia di migliaia di dollari. Per poter richiedere un prestito sarà necessario essere invitati da Amazon: non sarà dunque possibile fare una richiesta spontanea.

Per la selezione dei venditori, l’azienda di Seattle userà un sistema di algoritmi, basandosi sulla popolarità dei loro prodotti e la frequenza con cui esauriscono le scorte.

Il guadagno di Amazon sarà in parte legato agli interessi sui prestiti, che andaranno dal 6 al 14 per cento, e in parte a una garanzia dal rientro dei capitali sulle vendite effettuate tramite il Marketplace, lo spazio destinato ai venditori terzi che al momento rappresenta il 40 per cento delle vendite dell’intero sito di eCommerce.

Altri rivali di Amazon come Alibaba forniscono da tempo credito ai rivenditori indipendenti che utilizzano la loro piattaforma.

 

 

Prestiti: dopo Usa e Giappone entro fine anno il servizio Amazon Lending sbarcherà in altri otto Paesi, tra cui l’Italia ultima modifica: 2015-07-04T20:31:04+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA