QuiMutuo ha organizzato il primo forum su “La Riforma della Intermediazione Creditizia e l’impatto sugli operatori”.

QuiMutuo ha organizzato il primo forum su “La Riforma della Intermediazione Creditizia e l’impatto sugli operatori” il 17 settembre 2010 presso lo Sheraton Nicolaus Hotel & Conference Center.

{jcomments on}L’evento darà l’opportunità di ottenere risposte certe e concrete sul percorso da adottare alla luce della nuova normativa.Le domande a cui si cercherà di dare una risposta sono:
quali opportunità per il mediatore creditizio nel post riforma riforma?

quali cambiamenti per tutti coloro che opereranno nel mondo dei mutui, dei prestiti e delle cessioni del v?

quante e quali possibilità per muoversi nella metamorfosi da singoli operatori a strutture organizzate?

quali strategie per vincere e affermarsi nel nuovo mercato?

quale l’identificazione professionale alla luce degli adempimenti formativi imposti dalla normativa?

programmazione, organizzazione e controllo. Saranno queste le caratteristiche professionali del nuovo mediatore creditizio?

Approfondimenti e interventi nell’ottica di accrescere le conoscenze degli operatori saranno espresse dai relatori della tavola rotonda (inizio alle ore 9:00) che saranno:
Eustacchio Allegretti, presidente di Assomea;

Gian Paolo Gallo Stampino
, vice presidente di Altachiara Italia SpA;
Pietro Giordano
, segretario nazionale di Adiconsum;
Andrea Mattei
, responsabile partnership di UniCredit Family Financing Bank S.p.A;

Paola Papanicolaou
, capo gruppo bancario del settore reti alternative di Monte dei Paschi di Siena SpA;
Giuseppe Romanazzi
, organismo di vigilanza di Fincontinuo S.p.A.
Giovanni Sozio
, presidente del Cda di QuiMutuo SpA;
Giancarlo Vinacci
, amministratore delegato di MedioFimaa;
Stefano Zaccheo
, direttore commerciale di Umci SpA;

Per iscrizioni Clicca qui

QuiMutuo ha organizzato il primo forum su “La Riforma della Intermediazione Creditizia e l’impatto sugli operatori”. ultima modifica: 2010-08-13T17:42:53+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA