Regno Unito: nel 2012 prezzi delle case in contrazione dell’1%

Nel corso del 2012 il prezzo delle case nel Regno Unito è calato in media dell’1% e un’analoga contrazione è attesa per il 2013. È quanto si evince dagli ultimi dati pubblicati da Nationwide.

Secondo la società durante l’anno passato l’instabilità economica e la scarsa disponibilità di mutui hanno determinato un indebolimento del mercato immobiliare, che dopo essere cresciuto dell’1% nel 2011, negli ultimi 12 mesi ha subito un ridimensionamento di pari entità. Attualmente il prezzo medio di un’abitazione risulta essere di 162,262 sterline (circa 200mila euro), in calo dello 0,1% rispetto a novembre.

A fronte di una contrazione generalizzata, comunque, le differenze che si riscontrano nei diversi mercati regionali non sono trascurabili. A dicembre i prezzi delle case a Londra erano più alti dello 0,7% in confronto all’anno precendete, mentre quelli in Irlanda del Nord sono diminuiti dell’8,2%

“La grande incertezza che caratterizza gli scenari futuri spinge molti potenziali acquirenti a non accendere un mutuo”
, ha spiegato Robert Gardner, capo economista della Nationwide. “Con ogni probabilità queste persone non intendono assumersi impegni finanziari finché non avranno maggiori certezze su quello che li attende nei prossimi anni”.

Per tali motivi la società prevede che anche nel corso del 2013 il mercato delle abitazioni resterà “fragile”, con prezzi stabili o in leggera diminuzione.

Una previsione diversa da quelle appena formulate dal Council of mortgage lenders, dalla Royal institution of chartered surveyors e dalla Hm Revenue & Customs, che prospettano invece un lieve aumento degli affari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Regno Unito: nel 2012 prezzi delle case in contrazione dell’1% ultima modifica: 2013-01-03T10:47:35+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA