Riforma del credito, Pugliese (Grande Sud): “Interrogazione in commisione finanze per rivedere il D.Lgs. 141/10”

Con il D. Lgs 141/10 il quadro normativo dei mediatori creditizi cambia totalmente a sfavore non solo della categoria ma anche dei consumatori finali, ossia i cittadini”, lo ha affermato in una nota l’On. Marco Pugliese, deputato di Grande Sud nonché componente della VI Commissione Finanze di Montecitorio.
Così come prevede il decreto circa 200.000 professionisti addetti alla mediazione creditizia – ha proseguito Pugliese – saranno costretti ad abbandonare il segmento di mercato del lavoro che li occupa. Se consideriamo poi l’indotto che opera in questo settore, in un momento di crisi e di recessione, il fenomeno diventa davvero preoccupante e drammatico“.

Inoltre – conclude Pugliese – il nuovo organismo di vigilanza che si è costituito presso il Ministero dell’Economia e Finanza, non ha ancora regolamentato e disciplinato la materia. In secondo luogo, attraverso questa “anomala riforma”, viene meno il principio socio-economico delle attività liberali volute dall’Europa e viene estinta la figura professionale del consulente finanziario o mediatore del credito. A tal proposito, sollecitato dall’A.I.CO.FI. (Associazione Italiana Consulenti Finanziari) e dalla CIMEC (Confederazione Italiana Mediatori Creditizi), presenterò una interrogazione in commissione chiedendo delucidazioni su cosa intende fare il Governo circa questa problematica”.

Oggi Inoltre avrà luogo a Roma, in Piazza Montecitorio, un sit-in di protesta contro l’introduzione del requisito patrimoniale dei 120.000 euro previsto dal D. Lgs. 141/2010 – Riforma della Mediazione Creditizia –  promosso da A.I.CO.FI.

I promotori della protesta chiedono di essere ricevuti, nella persona di Enrico Fidei, socio fondatore di A.I.CO.FI, dagli organi del governo italiano per consentire un approfondimento sulle tematiche legate alla riforma e avviare un confronto costruttivo finalizzato a migliorare l’intervento legislativo.

Clicca qui per leggere la lettere inviata dall’Associazione

Riforma del credito, Pugliese (Grande Sud): “Interrogazione in commisione finanze per rivedere il D.Lgs. 141/10” ultima modifica: 2011-11-24T07:29:41+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA