Sabatini ter, domande a partire dal 2 maggio

CreditoEntrerà in funzione il 2 maggio lo sportello per la Sabatini ter. Le domande di accesso al contributo dovranno essere redatte dalle Pmi in formato elettronico e inviate, complete degli allegati richiesti, a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo di Pec della banca/società di leasing prescelta fra quelli aderenti alla convenzione tra ministero dello Sviluppo Economico, Cassa depositi e prestiti (Cdp) e Associazione bancaria italiana (Abi) del 17 febbraio 2016.

Le domande e i relativi allegati dovranno essere sottoscritti mediante firma digitale del legale rappresentane dell’impresa o da un suo procuratore.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda, in bollo tranne nei casi di Pmi appartenenti ai settori agricoli e della pesca, deve essere compilata in formato elettronico utilizzando esclusivamente, pena l’invalidità della domanda, i moduli disponibili nella sezione “BENI STRUMENTALI (NUOVA SABATINI)” del sito internet del ministero dello Sviluppo Economico.

La domanda, completa degli allegati richiesti, deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa proponente o da un suo procuratore mediante firma digitale e presentata, a partire dal 2 maggio 2016, esclusivamente attraverso l’invio a mezzo posta elettronica certificata agli indirizzi Pec delle banche/intermediari finanziari aderenti alla convenzione tra ministero dello Sviluppo Economico, Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e Associazione bancaria italiana (Abi) del 17 febbraio 2016.

L’elenco delle banche/società di leasing aderenti alla convenzione, di volta in volta aggiornato, è pubblicato nei siti internet del Ministero dello Sviluppo Economico e di ABI. L’elenco delle banche/società di leasing che abbiano sottoscritto una dichiarazione di accettazione o un contratto di finanziamento quadro ai sensi della convenzione, di volta in volta aggiornato, è pubblicato sul sito internet di Cassa Depositi e Prestiti.

Il mancato utilizzo dei predetti schemi o l’invio con modalità diverse o la sottoscrizione di dichiarazioni incomplete e l’assenza, anche parziale, dei documenti e delle informazioni richieste costituiscono motivo di irricevibilità della domanda.

Allegati

Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:
  • nel caso in cui il modulo di domanda sia sottoscritto dal procuratore dell’impresa, copiadell’atto di procura e del documento di identità del soggetto che rilascia la procura;
  • nel caso in cui l’impresa sia associata/collegata, prospetto recante i datiper il calcolo della dimensione d’impresa, secondo quanto previsto nel decreto ministeriale 18 aprile 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 238 del 12 ottobre 2005, redatto utilizzando il “Prospetto per il calcolo dei parametri dimensionali” disponibile nella sezione “BENI STRUMENTALI (NUOVA SABATINI)” del sito www.mise.gov.it;
  • nel caso in cui il contributo sia superiore a 150.000 euro, ossia nel caso in cui il finanziamento superi il limite di 1.900.000 euro, la/e dichiarazione/i in merito ai dati necessari per la richiesta delle informazioni antimafia per i soggetti sottoposti alla verifica di cui all’art. 85 del D.Lgs- 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii., nei casi previsti dallo stesso decreto legislativo, resa/e utilizzando i modelli disponibili nella sezione “BENI STRUMENTALI (NUOVA SABATINI)” del sito www.mise.gov.it.
Sabatini ter, domande a partire dal 2 maggio ultima modifica: 2016-04-05T11:17:38+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA