Samuele Lupidii, vicepresidente Fiaip: “Requisiti di onorabilità e professionalità estesi a tutti”

{jcomments on}“Alcune incomprensibili passaggi della legge ci sono subito balzati agli occhi – ha proseguito Lupidii – come quello del limite del 10% di partecipazioni al capitale delle società che svolgono le attività di mediazione e di agenti da parte di banche e di intermediari finanziari. A nostro avviso il mandato della delega andava nella direzione di assoluta terzietà dei mediatori (per i mediatori creditizi prevedere l’obbligo di indipendenza da banche e intermediari e l’obbligo di adozione di una forma giuridica societaria per l’esercizio dell’attività…, ndr) e che quindi questa partecipazione dovrebbe essere del tutto illegale”.

Un altro punto che il vicepresidente mette in luce, in chiave negativa, è quello della professionalità e onorabilità: “Sono più che d’accordo nell’istituzione di questi requisiti per coloro che detengono il controllo della società e dei soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo, però mi stupisco come questi requisiti non siano stati pensati per chi lavora per queste società e per gli eventuali collaboratori. Per assurdo che lavora in queste strutture potrebbe essere un pluri-pregiudicato.Onorabilità e professionalità devono essere estesi a tutti”.

Lupidii evidenzia che il capitale sociale di 120.000 dei mediatori è un fattore critico della legge. “Un capitale sociale così elevato non ci sembra portatore di qualità e professionalità. Va ad abbassare il numero dei soggetti che operano in questo mondo a scapito della concorrenza. Sarebbe stato meglio tenerlo più basso e concentrarsi maggiormente su un registro delle imprese e sulle polizze professionali. Ci sembra ingiusto che colleghi che fino a ieri hanno operato con professionalità si debbano ritirare e andare a vendere prodotti di una sola banca. Così si perde lo spirito della mediazione”.

In conclusione il vicepresidente ha detto che Fiaip è pronta a dare il suo contributo al Mef “quando saremo convocati ufficialmente in audizione ci batteremo a fondo perché almeno questi passaggi vengano rivisti”.

vis: 1007

Samuele Lupidii, vicepresidente Fiaip: “Requisiti di onorabilità e professionalità estesi a tutti” ultima modifica: 2010-04-14T22:03:29+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA