Sardegna, Tecnocasa: in lieve calo i valori delle case vacanza

Nel secondo semestre del 2010 i prezzi delle case nelle località turistiche della Sardegna hanno fatto registrare una lieve flessione delle quotazioni pari allo 0,8%. Lo ha reso noto il focus su Turistico mare estate dell’ufficio studi di Tecnocasa.

Secondo l’indagine, segnali positivi arrivano dalle località della provincia di Cagliari, dove si registrano aumenti dei prezzi del 3,2% che hanno interessato soprattutto le abitazioni di Villasimius.

Porto Rotondo
Negli ultimi sei mesi dello scorso anno le quotazioni delle abitazioni di Porto Rotondo hanno segnalato una sostanziale stabilità. Si sono compravenduti soprattutto immobili di piccolo taglio: monolocali, piccoli trilocali ma, soprattutto, bilocali (40-45 mq). I potenziali acquirenti arrivano da tutta Italia, in particolare dal Nord. Si tratta di famiglie che utilizzano l’abitazione durante le vacanze estive oppure investitori che mettono a reddito l’immobile. Tendenzialmente investono cifre medie che oscillano tra 150.000 e 260.000 €.
Il centro di Porto Rotondo, intorno alla piazza S. Marco, è una delle zone più apprezzate anche se l’offerta abitativa spesso necessita di interventi di ristrutturazione. Per un bilocale di 45-50 mq in condizioni abitabili si registrano prezzi medi di 400.000-500.000 €. Esistono poi dei condomini prestigiosi a Punta Volpe, Punta Lada ed il Poggio dove le quotazioni si aggirano intorno a 10.000 € al mq.  A Punta Lada ci sono anche le ville di prestigio con parchi, difficilmente in vendita, e che hanno valori difficili da stimare.
Da segnalare che chi desidera risparmiare, rinunciando alla vicinanza al mare, opta per le soluzioni rurali che sorgono nelle zone intorno a Porto Rotondo. Tra queste ci sono Rudalza, Monte Ladu.

Villasimius
Nella seconda parte del 2010 le quotazioni delle abitazioni a Villasimius hanno conosciuto un leggero incremento, spiegabile con l’aumento della domanda immobiliare. Gli operatori hanno però riscontrato una maggiore riflessione nei potenziali acquirenti: prima della decisione finale di acquisto possono trascorrere anche 4-5 mesi. Gli acquirenti si dividono abbastanza equamente tra coloro che cercano la seconda casa per metterla a reddito e coloro che invece cercano la cercano per poter trascorrere le vacanze estive. Nei primi mesi del 2011 si è registrato un aumento di quest’ultima categoria che si orienta maggiormente su abitazioni dal taglio più grande, intorno a 80 mq, possibilmente indipendente e dotato di giardino. Si registrano anche delle richieste di immobili da parte di stranieri (Olanda, Inghilterra, Svizzera e Belgio) che si orientano in genere su soluzioni abitative di minore prestigio oppure ricercano terreni edificabili su cui costruire soluzioni indipendenti e case in legno. Il budget medio di investimento si aggira intorno a 180.000-200.000 € e per questo motivo si orientano verso le zone di Solanas e Castiadas, più distanti dal centro abitato di Villasimius ma più vicine al mare e caratterizzate dalla presenza di villette con appartamenti di 3-4 locali.
Cala Caterina e Campolongu sono le due zone di Villasimius caratterizzate da un mercato più prestigioso, con bassa offerta e un minor numero di compravendite. Parliamo di prezzi che superano il milione di euro. In particolare Campolongu è apprezzata da coloro che cercano una soluzione indipendente o bifamiliare. A Campolongu Alta ci sono appartamenti all’interno di villette a più livelli, da cui si può avere la vista mare. Per un bilocale si possono registrare valori di 200.000-250.000 €. Una situazione simile a quella di Campolongu Alta si registra anche a Porto Luna.
Un mercato piuttosto dinamico interessa il centro di Villasimius dove ci sono bilocali di recente o nuova costruzione soprattutto lungo la via del mare. Per un trilocale si chiedono cifre medie di 300.000-350.000 €. Apprezzata anche Costa Rei, un villaggio turistico dove ci sono appartamenti sul mare, con vista mare e soluzioni bifamiliari e trifamiliari degli anni ’80 che si valutano a prezzi medi di 150.000-250.000 €. Da segnalare che lo sviluppo edilizio della zona è stato ormai completato e che al momento si possono edificare solo tagli fino a 70 mq. Le soluzioni di nuova costruzione costano da 2.500 a 3.500 € al mq.
Ci desiderasse delle ville di particolare prestigio si può orientare verso le zone di Cala Caterina, Campolongu e Simius.
Pula
Le quotazioni delle abitazioni a Pula sono rimaste stabili nella seconda parte del 2010, anno in cui il mercato immobiliare della seconda casa ha rilevato una diminuzione delle richieste di acquisto. Già nella prima parte del 2011 si è registrata una ripresa delle richieste e della domanda di seconda casa. Quest’ultima si divide tra gli abitanti di Cagliari e hinterland e quelli residenti nelle regioni del Nord e Centro Italia. Alcuni si orientano per le soluzioni situate nel centro del paese perché apprezzano la presenza dei servizi, utilizzando l’abitazione anche durante il periodo invernale. Altri preferiscono restare in prossimità del mare dove tranquillità e contatto con la natura prevalgono a discapito dei pochi servizi.
Tra le zone maggiormente apprezzate da coloro che cercano la vicinanza al mare ci sono Santa Margherita di Pula caratterizzata dalla presenza di diverse comunioni private, quali La Pineta, Pinus Village. Prevalgono le abitazioni degli anni ’70-’80 da ristrutturare; si acquistano soprattutto trilocali da 60 mq ma anche ville singole con 500-1.000 mq di giardino, dove per un buon usato si spendono mediamente 2.100 € al mq. Più basse le quotazioni delle case nelle località di Capoblu e Eden Rock, costruite negli anni ’90 e più distanti dal mare. Qui è possibile acquistare delle nuove costruzioni con vista mare con prezzi che oscillano tra 2.300 e 2.500 € al mq.
A Pula si apprezzano molto le soluzioni abitative situate nel centro della città e nella nuova zona residenziale di “Guventu”, poco distante dalla spiaggia di Nora. Nel Centro prevalgono le abitazioni in piccoli contesti condominali, in un appartamento si cerca in particolare la presenza di spazi esterni e, di conseguenza, sono molto richiesti i piani terra dotati di giardino. Per un buon usato da ristrutturare si spendono intorno a 1.500 al mq mentre per un’abitazione in buono stato le quotazioni immobiliari sono comprese tra 1.800 e 2.200 € al mq.
La zona di Guventu si è sviluppata più recentemente, negli anni ’90, ed offre sia appartamenti in condominio che villette singole e a schiera. Per un buon usato si spendono mediamente 2.200 € al mq con punte di 2.500 € al mq. Le quotazioni più elevate si toccano nel comune di Domus De Maria e più precisamente dove c’è la località turistica di Chia, molto richiesta per il paesaggio selvaggio e per la presenza di più ampie spiagge caratterizzate da dune di sabbia e mare cristallino che offre per lo più soluzioni indipendenti, bifamiliari e villette singole. Le quotazioni oscillano per un nuovo tra 2.000 e 4.500 euro al mq, mentre per tutte le tipologie con accesso diretto alla spiaggia o in prossimità di essa non è possibile stimare un valore al mq.

Tortolì
In leggera diminuzione le quotazioni degli immobili a Tortolì nella seconda parte del 2010. La motivazione è da ricercarsi nel fatto che sul mercato c’è molta offerta immobiliare dovuta alle numerose costruzioni immesse sul mercato in questi ultimi anni e non completamente vendute. Le zone maggiormente interessate allo sviluppo edilizio sono state Porto Frailis e le zone di Is Tanas e Xinias . A Porto Frailis sono stati costruiti appartamenti ed alcune villette a schiera. Le quotazioni del nuovo oscillano tra 2.000 e 2.500 € al mq. Sul fronte mare si possono toccare punte di 3.000 € al mq. Le nuove costruzioni interessano però soprattutto gli acquirenti di prima casa.
La richiesta di seconda casa arriva da coloro che risiedono nell’entroterra sardo (dall’Ogliastra e dalla provincia di Nuoro in particolare) e da abitanti residenti a Milano, Genova, Roma, Torino e Verona. La casa più ricercata è il trilocale dotato di veranda a cui destinare un budget medio di 140.000-150.000 €.
Porto Frailis e Arbatax sono le località più ricercate da chi desidera acquistare la seconda casa.
A Porto Frailis si compravendono soprattutto trilocali inseriti in piccoli contesti condominiali e villette a schiera. Un usato in buone condizioni costa 2.000- 2.100 € al mq.
Ad Arbatax sono maggiormente diffusi gli appartamenti inseriti in grossi complessi condominiali costruiti negli anni ’70-’80 e valutati da 1.800 a 2.000 € al mq.
Nelle zone centrali di Tortolì si realizza un numero maggiore di compravendite di prima casa. La maggioranza degli immoli sono soluzioni del dopoguerra che hanno prezzi che oscillano da 1.600 a 2.000 € al mq. Assenti le soluzioni indipendenti nelle zone centrali. Da segnalare che si stanno intensificando i collegamenti aerei con Arbatax per il periodo che va da maggio a settembre.

Sardegna, Tecnocasa: in lieve calo i valori delle case vacanza ultima modifica: 2011-07-29T07:28:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA