Sicilia, Tecnocasa: sale il mercato della casa vacanze nel 2010 (+4,6%)

Lo studio segnala inoltre un interesse crescente a Taormina per l’acquisto di complessi alberghieri da ristrutturare e per aree edificabili sulle quali costruire questo tipo di strutture.

Lipari
A Lipari, così come nelle altre isole, il mercato della seconda casa non ha risentito della crisi anche se si registra un aumento delle tempistiche di vendita. A cercare immobili sono soprattutto imprenditori che arrivano da Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Lazio. La domanda è orientata soprattutto sulle abitazioni indipendenti dotate di giardino, terrazzo, verande e naturalmente panoramiche. In questo momento sul mercato si registra una discreta offerta immobiliare soprattutto su soluzioni indipendenti di grande dimensione.
Generalmente sul mercato si chiedono tagli di 80-100 mq, ristrutturate o da ristrutturare (queste ultime sono spesso preferite perché consentono una maggiore personalizzazione). Al momento l’offerta immobiliare vede una prevalenza di abitazioni dalla metratura più ampia, 250-300 mq.
Tra le zone  maggiormente gettonate dell’isola figurano Acqua Calda, Canneto e il Porticciolo. Una soluzione da ristrutturare costa mediamente 2.000 euro al mq. Una soluzione indipendente con spazio e vista ha quotazioni medie di 4.500 euro al mq. Le abitazioni più ambite sono quelle posizionate sulla costa.

Milazzo
A Milazzo si realizzano soprattutto compravendite di prima casa. La domanda di seconda casa si concentra soprattutto sulla Riviera di Ponente con una bella vista panoramica sul mare. Gli acquirenti di seconda casa sono spesso persone originarie del posto e trasferitesi in altre regioni d’Italia. Ricercano tagli da 60-70 mq su cui investire cifre medie di 120.000-130.000 euro.
Una delle zone più apprezzate è quella situata al di sotto del Castello, dove le quotazioni di una soluzione indipendente nei pressi del mare oscillano tra 2.500 e 3.000 euro al mq. Altra zona richiesta è Capo di Milazzo, dove prevalgono le soluzioni indipendenti e semi indipendenti.

Isole Egadi
Alle isole Egadi, in particolare a Favignana, si registra una discreta domanda di immobili da acquistare come seconda casa. Le richieste si orientano soprattutto su bilocali e trilocali posizionati nel centro del paese o lungo la costa dell’isola. Per coloro che cercano in centro è tassativa la presenza di uno spazio esterno, giardino o terrazzo. Si tratta di costruzioni della fine del 1800 ed inizi del 1900, che non superano i due piani. I prezzi medi per tipologie ristrutturate sono di 2.500-2.600 euro al mq. Le tipologie in discreto stato di conservazione costano da 1.800 a 2.200 euro al mq.
Al di fuori del Centro storico tra le località più richieste spiccano Bosco e Cala Rossa, dove ci sono soluzioni indipendenti di diverse epoche: abitazioni con annesse cave di tufo tipiche dell’isola, costruzioni della fine degli anni ’60 ed inizi degli anni ’70, nuove abitazioni ( di circa 60 mq) con ampio giardino. I prezzi oscillano, a seconda della tipologia immobiliare, tra 200.000 e 400.000 euro. La domanda di casa vacanza arriva prevalentemente da residenti della Sicilia ma arrivano anche richieste dalle regioni del Nord Italia. Elevata la domanda di immobili in affitto, settimanale e mensile, durante il periodo estivo. I prezzi per un bilocale di 4 posti letto sono di 1.800-2.000 euro al mese a luglio e 2.500 euro al mese ad agosto.

Taormina
Nel secondo semestre del 2010 le quotazioni delle abitazioni di Taormina sono rimaste stabili. Si registra una lieve diminuzione delle compravendite. I potenziali acquirenti, provenienti da tutta la Penisola, sono più riflessivi per l’aumentata offerta immobiliare.
L’interesse è sempre per i piccoli tagli (da 65-70 mq), per i quali il budget medio dichiarato dai potenziali acquirenti si aggira intorno a 200.000-300.000 euro.
La domanda di coloro che cercano la seconda casa si orienta prevalentemente nelle zone centrali e in quelle di Giardini Naxos e Letojanni. Nel centro storico, dove prevalgono le abitazioni costruite dopo la seconda guerra mondiale (a volte sono appartamenti che si sviluppano su più piani), i prezzi per un usato abitabile sono di 4.000-5.000 euro al mq. Si toccano top prices di 10.000 euro al mq per le soluzioni signorili e ristrutturate su corso Umberto I, il corso principale della città. Anche su via Roma si registrano delle buone richieste ma l’offerta è più limitata perché ci sono soprattutto attività commerciali. Un usato abitabile oscilla intorno a 3.500-4.000 euro al mq.
Nella zona Recanati i prezzi vanno da 1.500-1.800 € fino a 2.500 euro al mq per le case più vicine al mare e di nuova costruzione (spesso sono appartamenti in residence). Nella zona Giardini invece prevalgono le abitazioni post belliche e i valori più elevati si toccano per le costruzioni posizionate in via Vittorio Emanuele, via Umberto I, viale Regina Margherita e via Tysandros dove le quotazioni toccano valori massimi di 3.500 euro al mq.
Un certo numero di richieste si registra anche per il Comune di Letojanni, dove sono ambite soprattutto le abitazioni in piccoli contesti situate sul lungomare Rizzo (3.000 euro al mq). Lo sviluppo edilizio di Letojanni interessa le zone più distanti dal mare come contrada Sillemi alta, la cui posizione panoramica consente una buona vista mare. Le quotazioni sono di 1.300 euro al mq per le soluzioni usate e 1.800 euro al mq per il nuovo. A Sillemi Bassa sono stati costruiti dei complessi residenziali degli anni ’80, con discesa diretta al mare, e valutati mediamente 3.500-3.700 euro al mq.
Da segnalare a Taormina un crescente interesse per l’acquisto di complessi alberghieri da ristrutturare oppure per aree edificabili dove poterne edificare. L’amministrazione comunale inoltre è orientata alla riqualificazione di immobili in disuso per lasciare spazio alla costruzione di immobili per uso turistico. Si sta procedendo alla riqualificazione di via Crocifissa ed è stato costruito un parcheggio a Porta Pasquale.
Sul mercato delle locazioni si registrano dei valori di affitto per un bilocale di 1.000 euro al mese a giugno, 1.600 euro al mese a luglio, 2.800-3.000 euro al mese ad agosto e 1.000 euro al mese a settembre. In buona crescita anche le richieste di locazioni commerciali.

Aci Trezza e Aci Castello
Nel secondo semestre del 2010 le quotazioni delle abitazioni ad Aci Trezza ed Aci Castello segnalano un aumento attribuibile solo alle soluzioni usate e di piccolo taglio acquistate come seconda casa. La ricerca della casa vacanza in queste zone vede protagonisti soprattutto acquirenti di Catania e residenti a Roma e Milano. Tendenzialmente esprimono budget contenuti, che non superano i 200.000 euro.
Ad Aci Trezza le abitazioni maggiormente richieste come seconda casa sono quelle posizionate sul lungomare dei Ciclopi: si possono acquistare appartamenti in contesti degli anni ’70-’80 ma anche soluzioni indipendenti. Una tipologia usata in buone condizioni dotata di vista mare ha prezzi compresi tra 3.800 e 4.000 euro al mq.
Ad Aci Castello invece sono più apprezzate le abitazioni posizionate in piazza Castello e su via Marconi, dove si possono acquistare soluzioni indipendenti panoramiche e con vista mare che si valutano mediamente 4.000 euro al mq. Nelle circostanti zone collinari invece acquistano coloro che ricercano la tranquillità; i prezzi sono più contenuti, perché le abitazioni, mono e bilocali in residence oppure soluzioni indipendenti, sono più distanti dal mare e si aggirano intorno a 2.400-2.500 euro al mq.
Non ci sono molte nuove costruzioni nella zona; le ultime abitazioni completate sono quelle in via Livorno ad Aci Trezza che hanno prezzi medi di 3.500-3.800 euro al mq. Da segnalare che è stato rifatto il lungomare dei Ciclopi con un ampliamento della passeggiata sul mare.

Sicilia, Tecnocasa: sale il mercato della casa vacanze nel 2010 (+4,6%) ultima modifica: 2011-07-28T07:22:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA