TsS, Bnp Paribas Securities Services: “La piattaforma di regolamento sta registrando un livello di efficienza molto elevato”

Bnp Paribas Securities Services LogoA poco più di otto mesi dal passaggio del mercato italiano a Target2-Securities (T2S), l’iniziativa promossa dalla Banca centrale europea finalizzata alla realizzazione di una piattaforma unica europea per il regolamento delle operazioni in titoli, qual è lo stato dell’arte del progetto? Una risposta arriva da Bnp Paribas Securities Services, che oggi sarà tra i protagonisti del seminario organizzato da Assosim-Academy Lse, dal titolo “Target2 Securities: la nuova piattaforma di regolamento e i nuovi scenari per il post trading”.

“T2S, per dimensione e complessità, è assimilabile al passaggio alla moneta unica nell’area Euro – ha sottolineato Ugo Bonaugurio, head of client strategy di Bnp Paribas Securities Services Italia -. Queste prime due fasi, che hanno visto l’Italia in prima linea, sono state fondamentali per identificare eventuali azioni correttive in previsione del passaggio alla nuova piattaforma degli altri Paesi, come Francia e Germania”.

“Siamo finora molto soddisfatti dei risultati raggiunti e, dopo una breve fase iniziale di assestamento, la piattaforma di regolamento sta registrando un livello di efficienza molto elevato ed in linea con le attese degli addetti ai lavori, anche in un contesto di mercato molto complesso – ha aggiunto Bonaugurio -. Nel corso dell’anno la piattaforma ha regolato in media più di 100mila transazioni finanziarie al giorno di cui circa il 95% è rappresentato dal mercato italiano e la parte restante da altri mercati minori che sono già operativi in T2S (Svizzera, Grecia, Malta, Portogallo e Belgio)”.

Il buon funzionamento della piattaforma, seppur fondamentale, non è sufficiente, però, per consentire il raggiungimento degli obiettivi  di semplificazione dei processi di post-trading e di maggiore integrazione dei mercati in Europa, che sono alla base del progetto T2S.

“Per raggiungere questi obiettivi è necessario che prosegua la forte collaborazione tra le istituzioni finanziarie per la definizione di pratiche di mercato armonizzate tra i diversi Paesi, che sia definita una governance chiara da parte dei depositari centrali (Csd) per la gestione delle iniziative future e che sia garantito un level playing field tra tutti i fornitori di servizi di post-trading – ha spiegato Bonaugurio -. Soltanto se la comunità finanziaria continuerà ad affrontare questi temi e trovare delle soluzioni nell’interesse del mercato, gli investitori e gli intermediari finanziari potranno ottenere dei benefici tangibili dal progetto T2S, i cui costi stimati per il mercato supereranno i 500 milioni di euro.”

TARGET2-SECURITIES (T2S) IN SINTESI

T2S è un’iniziativa della Bce per la creazione di una piattaforma unica europea per il regolamento delle operazioni in titoli, che ha l’obiettivo di abbattere i costi di regolamento sulle operazioni tra i Paesi aderenti al progetto, di armonizzare il mercato, di migliorare la stabilità finanziaria e accrescere la competitività.

L’avvio della nuova piattaforma, iniziato il 22 giugno 2015, prevede 5 fasi distinte e vede coinvolti 24 depositari centrali nazionali (Csd). Le prime due fasi sono già state completate e i Csd di Grecia, Malta, Romania, Svizzera, Italia, Belgio e Portogallo sono già operativi sulla nuova piattaforma.

I prossimi step prevedono:

·         Wave 3 (12/09/2016) – Belgio (titoli azionari), Danimarca, Francia, Lussemburgo (VP Lux) e Olanda.

·         Wave 4 (06/02/2017) – Austria, Germania, Lussemburgo (LuxCSD), Slovacchia, Slovenia e Ungheria

·         Wave 5 (18/09/2017)  – Estonia, Finlandia, Lettonia, Lituania e Spagna

TsS, Bnp Paribas Securities Services: “La piattaforma di regolamento sta registrando un livello di efficienza molto elevato” ultima modifica: 2016-05-11T10:56:13+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA