Ubi Banca, nominato il consiglio di sorveglianza per il triennio 2016-2018

Ubi Banca LogoL’assemblea dei soci di Ubi Banca si è riunita oggi per deliberare sui seguenti argomenti:

  • Il presidente del consiglio di gestione, Franco Polotti, ha proceduto all’illustrazione dei dati relativi all’andamento dell’esercizio 2015 e dei risultati conseguiti, approvati dal consiglio di sorveglianza in data 8 marzo u.s.. Il consigliere delegato ha quindi rappresentato il contesto attuale di riferimento in cui opera l’istituto e la prevedibile evoluzione della gestione. Nel suo intervento Massiah ha comunicato l’apertura dei cantieri di progettazione del nuovo piano strategico, inclusivo della verifica di fattibilità della convergenza dell’attuale modello federale verso una soluzione di banca unica. Gli esiti dei cantieri verranno proposti dal management ai nuovi Consigli di Gestione e Sorveglianza entro il primo semestre dell’anno. L’assemblea ha quindi approvato la proposta di destinazione dell’utile d’esercizio e la distribuzione di un dividendo unitario di 0,11 euro a ciascuna delle 900.316.743 azioni ordinarie di Ubi Banca in circolazione, al netto delle azioni proprie detenute in portafoglio, per un monte dividendi complessivamente pari a 99 milioni di euro. Il dividendo sarà messo in pagamento con data di stacco, record date e data di pagamento rispettivamente il 23, 24 e 25 maggio 2016, contro stacco della cedola n. 18.
  • L’assemblea ha successivamente proceduto alla nomina dei membri del consiglio di sorveglianza per il triennio 2016-2017-2018, del presidente e del vice presidente vicario nel rispetto delle previste procedure statutarie. In particolare, la “Lista SGR e Investitori Istituzionali” ha ottenuto la maggioranza dei voti espressi in Assemblea, pari al 51,11% mentre la lista “Accordo fra il Sindacato Azionisti Ubi Banca S.p.A., il Patto dei Mille e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo” ha ottenuto il  48,48% dei voti espressi in Assemblea. Sulla base del voto di Lista sono quindi risultati eletti tutti e 3 i Candidati riportati nella “Lista SGR e Investitori Istituzionali” – i quali in sede di candidatura  avevano dichiarato la propria volontà irrevocabile a non assumere la carica di Presidente e Vice Presidente Vicario del Consiglio di Sorveglianza – nonché i primi 3 Candidati riportati nella lista “Accordo fra il Sindacato Azionisti Ubi Banca S.p.A., il Patto dei Mille e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo”. Conseguentemente, ai sensi di Statuto, si è proceduto alle previste deliberazioni, a seguito delle quali il Consiglio di Sorveglianza di Ubi Banca risulta, per il triennio 2016-2017-2018, così composto:
COGNOME NOME CARICA
1 MOLTRASIO ANDREA Presidente
2 CERA MARIO Vice Presidente Vicario
3 FIORI GIOVANNI Consigliere
4 GIANNOTTI PAOLA Consigliere
5 GIANGUALANO PATRIZIA Consigliere
6 SANTUS ARMANDO Consigliere
7 GOLA GIAN LUIGI Consigliere
8 GUSSALLI BERETTA PIETRO Consigliere
9 CAMADINI PIERPAOLO Consigliere
10 BELLINI CAVALLETTI LETIZIA Consigliere
11 GUERINI LORENZO RENATO Consigliere
12 LUCCHINI GIUSEPPE Consigliere
13 BAZOLI FRANCESCA Consigliere
14 PIVATO SERGIO Consigliere
15 DEL BOCA ALESSANDRA Consigliere

Il consiglio di sorveglianza nominato procederà alla verifica dei requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza in capo a ciascuno dei consiglieri di sorveglianza eletti nel rispetto dei termini previsti dalle vigenti disposizioni.

  • L’Assemblea ha quindi determinato la remunerazione dei consiglieri di sorveglianza, nonché un ulteriore importo complessivo per la remunerazione di quelli investiti di particolari cariche, poteri o funzioni, da ripartirsi ai sensi dello statuto sociale. L’Assemblea ha conseguentemente confermato in euro 80.000 il compenso annuo per ciascun consigliere di sorveglianza (per un totale di euro 1.200.000) e fissato in euro 1.650.000 l’importo complessivo per la remunerazione dei consiglieri di sorveglianza investiti di particolari cariche, poteri o funzioni. Gli importi sono comprensivi delle medaglie di presenza. Tale remunerazione, complessivamente pari a 2,85 milioni, comporta una riduzione del 13% dei compensi complessivamente riconosciuti al consiglio di sorveglianza. Tale riduzione va ad aggiungersi alla riduzione del 14% circa già applicata alla remunerazione del consiglio di sorveglianza per il periodo 2013-2015 rispetto al periodo precedente.
  • L’Assemblea ha quindi deliberato in senso favorevole sulla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione, redatta ai fini dell’Informativa al pubblico ai sensi delle disposizioni vigenti e messa a disposizione del pubblico ai sensi di legge. Tale prima sezione contiene le principali informazioni riguardanti i processi decisionali in tema di sistemi di remunerazione, le principali caratteristiche, le modalità attraverso cui è assicurato il collegamento tra remunerazione e risultati, i principali indicatori di performance presi a riferimento, le ragioni sottostanti le scelte dei sistemi di remunerazione variabile e le altre prestazioni non monetarie.
  • L’assemblea ha approvato, come proposta, l’adozione di politiche di remunerazione e di incentivazione a favore dei consiglieri di sorveglianza e dei consiglieri di gestione.
  • L’Assemblea ha poi deliberato favorevolmente in merito al Piano di incentivazione 2016 basato su strumenti finanziari, con la valorizzazione di componenti della remunerazione variabile mediante assegnazione di azioni ordinarie della Capogruppo Ubi Banca alle categorie di “Personale più Rilevante”, autorizzando il Consiglio di Gestione, e per esso il presidente, il vice presidente ed il consigliere delegato, in via tra loro disgiunta, a procedere con una o più operazioni, da porre in essere entro 18 mesi dalla data dell’autorizzazione assembleare, all’acquisto sui mercati regolamentati, secondo modalità operative che assicurino la parità di trattamento tra gli azionisti e non consentano l’abbinamento diretto delle proposte di negoziazione in acquisto con predeterminate proposte di negoziazione in vendita, di massime n. 1.200.000 azioni proprie, per un controvalore complessivo massimo di Euro 3.500.000, ad un prezzo unitario non inferiore a euro 2,50 e non superiore del 5% rispetto al prezzo ufficiale rilevato nella seduta di mercato precedente ogni singola operazione di acquisto. Ha inoltre approvato il Piano di Incentivazione 2016 basato su strumenti finanziari, con la valorizzazione di componenti della remunerazione variabile mediante assegnazione di azioni ordinarie della Capogruppo Ubi Banca a tutto il personale dipendente, ad esclusione del “Personale più Rilevante”, autorizzando l’acquisto di massime n. 5.100.000 azioni proprie, per un controvalore complessivo massimo di euro 15.000.000, con le stesse modalità di cui sopra. Infine, l’assemblea ha approvato il premio di produttività per gli anni 2015 e 2016 basato su strumenti finanziari con la valorizzazione di componenti della remunerazione variabile mediante assegnazione di azioni ordinarie della Capogruppo Ubi Banca a tutto il personale dipendente, come sopra descritto, autorizzando l’acquisto di massime n. 10.200.000 azioni proprie, per un controvalore complessivo massimo di euro 30.000.000, sempre con le stesse modalità di cui sopra.
  • Sempre in tema di remunerazione, l’Assemblea, preso atto della proposta del consiglio di sorveglianza, e in sostanziale continuità con quanto approvato dall’Assemblea 2015, ha approvato i termini di fissazione dei criteri e i limiti di annualità massime dei compensi e delle relative modalità di pagamento da accordare in caso di conclusione anticipata del rapporto di lavoro o di cessazione anticipata della carica.
  • Infine, l’assemblea, preso atto della proposta del consiglio di sorveglianza e tenuta in considerazione la vigente disciplina in materia, ha deliberato l’incremento del rapporto tra remunerazione variabile e fissa fino ad un massimo del 2:1, la cui applicazione per il 2016 è prevista per 5 posizioni – di cui 2 ricomprese nel Perimetro del Personale più Rilevante – della Società di Asset Management, Ubi Pramerica S.p.A, avendo presente l’esigenza di assicurare adeguato livelli di competitività retributiva limitando i rischi di fuoriuscita verso la concorrenza e dato che la misura approvata non comporta un incremento della quota di remunerazione variabile e rispetto agli anni precedenti.

Leggi il comunicato

 

Ubi Banca, nominato il consiglio di sorveglianza per il triennio 2016-2018 ultima modifica: 2016-04-04T16:44:23+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA