Veneto Banca, azionista ottiene un risarcimento di 10.000 euro grazie al Movimento difesa del cittadino

Movimento difesa del cittadino LogoIl Movimento difesa del cittadino incassa una nuova vittoria in favore di un azionista di Veneto Banca, uno tra i tanti che aveva investito ingenti somme di denaro e che ha perso tutto. Come avvenuto nei giorni scorsi per altri due azionisti, grazie alla tutela del Mdc di Treviso il giurì bancario ha condannato la banca al risarcimento  di 10.000 euro a favore del cittadino.

“Alla base della sanzione – spiega l’associazione sul proprio sito – il non aver adempiuto agli obblighi informativi che il Testo Unico della Finanza (D.Lgs. 58/98) e la Comunicazione Consob 9019104/09 impongono agli intermediari finanziari e relative al fatto che il prodotto acquistato rientrava nei prodotti finanziari illiquidi”.

L’azionista in questione aveva investito circa 26.000 euro e, anche se non ha recuperato ancora tutta la cifra iniziale, è riuscito a ottenere un importante indennizzo che tiene conto sia della svalutazione, sia del fatto che i ricorrenti restano in ogni caso proprietari delle azioni.

“Questa pronuncia, che va ad unirsi alle due precedentemente ottenute, costituisce una nuova conferma – ha sottolineato Matteo Moschini, responsabile Mdc di Treviso – che la legislazione inizia a prendere una posizione chiara in merito alla vicenda. La nostra associazione continuerà a tutelare i cittadini coinvolti e a promuovere azioni al fine di ottenere la restituzione di tutti i soldi inizialmente investiti dagli azionisti”.

Veneto Banca, azionista ottiene un risarcimento di 10.000 euro grazie al Movimento difesa del cittadino ultima modifica: 2016-03-31T08:33:25+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA