Visa Europe, nel 2015 volume lordo in crescita del 2,4%

Visa LogoIl 2015 si chiude con segno positivo per Visa Europe in Italia. I risultati operativi, si legge in una nota, riportano un volume lordo pari a 46,6 miliardi (+2,4% rispetto al 2014), generato dai 30 milioni di prodotti Visa presenti nel nostro mercato. Cresce anche l’utilizzo per singola carta Visa, con un incremento del 6,1% del numero medio di transazioni all’anno. In crescita anche i volumi di spesa transati presso i terminali Pos che si assestano a circa 39 miliardi, (+0,7% anno su anno) e il numero di transazioni di acquisto presso Pos per un totale di 538 milioni di operazioni (+2,4% sul 2014), oltre al numero medio di operazioni Pos all’anno per singola carta Visa, che segna un incremento del 5,7% sul 2014.

A partire dal 1 ottobre 2014 fino al 30 settembre 2015, i titolari di carte Visa hanno portato a termine oltre 588 milioni di operazioni, incrementando del 2,8% il totale del numero di operazioni rispetto allo stesso periodo del 2014.

I risultati di Visa nel 2015 in Italia evidenziano una buona performance del segmento di debito con 29 milioni di transazioni di acquisto presso POS, in crescita del 65% rispetto al 2014, che fanno registrare una spesa pari a 1,7 miliardi di euro (+48% a/a). Le carte ad addebito immediato Visa in circolazione in Italia sono 7 milioni – escludendo le carte V PAY e le carte in co-badge con lo schema domestico – in crescita del 5%. Il 2015 è performante anche per V PAY, il prodotto di debito immediato paneuropeo di Visa Europe, che raggiunge quota 6 milioni di carte in Italia, di cui il 20% (1,2 milioni) costituito da carte V PAY Native[1] di grandi gruppi bancari.

Anche nel 2015 l’Italia ha mantenuto la leadership nel mercato europeo per i prodotti prepagati a marchio Visa con risultati che evidenziano alta frequenza di domanda e di utilizzo. Sono infatti 14 milioni le carte prepagate Visa nel nostro Paese che in totale hanno effettuato 168m di operazioni presso terminali Pos (+7,2%) registrando un incremento pari al 7,5% del numero medio di transazioni annue presso Pos per singola carta prepagata Visa, e un volume di spesa totale presso Pos di €7,8mld, in crescita del 5% rispetto al 2014.

Il 2015 si chiude con segno positivo, complessivamente del 2% rispetto al 2014, anche per il comparto delle carte charge, ossia ad addebito differito (addebito a 30 o più giorni sul conto rispetto alla data dell’operazione), che comprende un bacino di 9 milioni di carte, di cui 3 milioni di carte revolving. Il volume di spesa generato presso terminali Pos raggiunge quota 30 miliardi di euro (77% del totale speso su Pos con prodotti Visa nel corso del 2015).

Sul fronte delle carte aziendali Visa, l’Italia chiude il 2015 con uno speso presso Pos pari a circa 7 miliardi di euro, generato da 62 milioni di operazioni presso Pos (+6,7%) e da un bacino di prodotti aziendali Visa pari a oltre 1,1 milioni di unità (+6,2%). I dati 2015 dei prodotti aziendali Visa rilevano una sempre maggiore apprezzamento, da parte delle Pmi e delle grandi aziende del nostro Paese, dei vantaggi offerti dall’uso delle carte nella gestione delle spese di approvvigionamento e T&E, grazie anche alle proposizioni Visa create ad hoc per le piccole e medie imprese, che costituiscono la maggior quota del sistema imprenditoriale italiano.

L’anno appena concluso può considerarsi, per il mercato italiano, l’anno di consolidamento della tecnologia di pagamento senza contatto sia per i pagamenti contactless sia per i pagamenti mobile Nfc. La tecnologia contactless di Visa ha continuato a espandersi in tutta Italia con oltre 5,6 milioni di carte contactless Visa in circolazione nel nostro Paese, in incremento a tripla cifra, a oltre il 210% rispetto all’anno precedente, che nel 2015 hanno generato uno speso di 67 milioni. Il network di accettazione di pagamenti contactless conta più di 725 mila terminali abilitati, che corrispondono a circa il 40% del totale dei terminali, e sono in crescita del 43% rispetto a due anni fa. Il 2015 in Italia ha visto Visa lanciare vari progetti di pagamento mobile Nfc in partnership con i propri soci per pagamenti mobile Nfc con tecnologia Hce basata sul cloud.

“I dati di esercizio 2015 di Visa sembrerebbero indicare un risveglio dei consumi nel nostro Paese abbinato a una maggiore frequenza di utilizzo dei prodotti Visa – ha sottolineato Davide Steffanini, direttore generale di Visa Europe in Italia –. A fronte di un incremento delle transazioni presso i Pos, si registra anche un incremento del numero medio di transazioni per singola carta Visa che sale a +6% rispetto al 2014: dati che, oltre a indicare un uso maggiore dei prodotti Visa, evidenziano anche una gestione sempre più consapevole dei pagamenti da parte dei consumatori e delle imprese italiani. In particolare, il monitoraggio delle spese sembra essere un imperativo per i nostri connazionali, come dimostrato dalla larga diffusione delle prepagate Visa nel nostro territorio e l’incremento dei volumi di transato sulle carte di debito che crescono del 48%. Tutto ciò conferma la crescente fiducia nei sistemi Visa da parte degli italiani, che si affidano ai nostri prodotti anche nel loro quotidiano”.

Il nuovo esercizio vedrà Visa e le banche italiane socie impegnarsi nell’evoluzione dei servizi di pagamento contactless e mobile attraverso sia l’incorporazione di altre tecnologie di pagamento Visa, tra le quali le transazioni contactless mobile presso i Pos e i pagamenti P2P, il lancio di diverse proposizioni, iniziative promozionali e campagne di comunicazione legate all’innovazione, fornendo ulteriore impulso all’utilizzo dei prodotti Visa e ai progetti e ai prodotti altamente tecnologici sviluppati nel 2015.

I risultati 2015 di Visa nella regione europea

Nel 2015 Visa Europe ha conseguito nella regione europea la più robusta performance finanziaria di sempre con ricavi pari a €2,31 miliardi – in crescita del 25% anno su anno. I risultati di esercizio mostrano 522 milioni di carte Visa in circolazione in tutta Europa e, inoltre, 1 euro ogni 5,7 speso in Europa è ora speso su una carta Visa. I volumi totali di spesa Visa presso Pos raggiungono 1.580 miliardi, +7,7% a/a. Le transazioni online su carte Visa registrano una crescita del 18% con oltre  354 miliardi di volumi. Infine, nel 2015 le carte contactless Visa hanno effettuato 1,7 miliardi di operazioni.

“La crescita delle transazioni contactless è più che notevole – ha spiegato Mark Antipof, chief officer, sales and marketing di Visa Europe -nel 2015 abbiamo superato la soglia del miliardo di transazioni senza contatto. Abbiamo anche lanciato un servizio di tokenizzazione che tutela i dati sensibili dei titolari Visa e apporta ulteriori livelli di sicurezza nei pagamenti digitali. Il servizio di tokenizzazione di Visa supporta efficacemente l’introduzione nei vari mercati del servizio di pagamento Apple Pay, come già avvenuto in Uk, e costituisce la base per ulteriori prodotti e soluzioni di pagamento che verranno lanciati nel breve e medio termine, progressivamente in tutto il territorio europeo”.

Il 2016 sarà caratterizzato anche da attività legate alla sponsorizzazione dei Giochi Olimpici Rio2016 mentre continuerà anche nell’anno appena iniziato il supporto di Visa al Campionato Mondiale di Formula E, il primo campionato di automobilismo del mondo per monoposto elettriche.

Leggi il comunicato

Visa Europe, nel 2015 volume lordo in crescita del 2,4% ultima modifica: 2016-02-23T14:09:33+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA