Bce, tassi invariati. A dicembre decisione su quantitative easing

BceLa Bce ha lasciato invariati i tassi di interesse, stabilendo di rinviare al prossimo consiglio direttivo qualunque decisione sull’eventuale allungamento del piano di allentamento monetario in scadenza a marzo dell’anno prossimo.

“Non abbiamo discusso né di prolungamento, né di riduzione nel ritmo degli acquisti, ha spiegato il governatore Mario Draghi, sottolineando che l’istituto di Francoforte resta impegnato “a difendere un livello molto alto di politica monetaria accomodante”.

Nella riunione dell’8 dicembre il consiglio prenderà in esame il lavoro dei comitati interni che stanno analizzando il quantitative easing e le possibilità future.

“I tassi negativi non minacciano il meccanismo di trasmissione della politica monetaria. I tassi negativi funzionano”, ha aggiunto Draghi, ricordando che hanno generato un’inflazione aggiuntiva di 1,4 punti percentuali e una crescita aggiuntiva di 1,3 punti percentuali.

Per quanto riguarda le prospettive economiche dell’Eurozona, il presidente dell’Eurotower ha dichiarato che “sono soggette a rischi al ribasso e i dati suggeriscono una crescita del terzo trimestre simile a quella del secondo”.