Abi al Tar contro il nuovo regime sulle polizze immobiliari varato dall’Isvap

L’Abi, assieme ad Assofin e i principali gruppi del settore (Unicredit e Intesa Sanpaolo) hanno portato l’Isvap di fronte al Tar per abrogare il regolamento dell’istituto sulle polizze di copertura dei mutui immobiliari.

{jcomments on}L’Isvap è intervenuto nel giugno scorso con decisione in materia di costi di distribuzione sulle polizze di copertura dei mutui immobiliari (Reg. n. 35, sulla “Disciplina degli obblighi di informazione e della pubblicità dei prodotti assicurativi”), dove peraltro l’autoregolamentazione – le linee guida di Abi-Ania dell’ottobre 2009 – ha raccolto finora modeste adesioni.

Il Regolamento 35 stabilisce innanzi tutto una piena trasparenza sui costi delle polizze, la piena portabilità delle stesse assieme al mutuo (con il rimborso della quota parte del premio non “consumato”, anche in relazione a costi di distribuzione) e, soprattutto, il divieto di svolgere contemporaneamente il ruolo di beneficiario e di intermediario.

Contro le norme dell’authority di vigilanza, e soprattutto rispetto al conflitto d’interesse tra gli istituti di credito e i mutuatari, il settore bancario è ora ricorso al Tribunale Amministrativo per un intervento regolatorio che giudica improprio, anche se dal settore bancari fanno sapere che l’intervento è da considerarsi solo cautelativo. Il giudice amministrativo deciderà sulla questione, prima che il 1° dicembre il regolamento entri in vigore.
Le polizze al servizio dei mutui rappresentano un mercato di circa 2 miliardi di premi.

Abi al Tar contro il nuovo regime sulle polizze immobiliari varato dall’Isvap ultima modifica: 2010-08-10T17:56:14+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: