Abi: annunciate le modalità operative per lo sblocco dei crediti delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione

In attesa della pubblicazione dei quattro decreti ministeriale che dovranno definire il quadro normativo di riferimento nella gestione delle certificazioni dei crediti delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione, l’Abi ha inviato alle banche i due protocolli sottoscritti il 22 maggio scorso con le associazioni delle imprese volti, rispettivamente, ad agevolare lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della Pa e a favorire il finanziamento di progetti di investimento.

I due documenti definiscono le modalità pratiche delle intese, che si inseriscono nel quadro delle “Nuove misure per il credito alle Pmi”, la nuova moratoria varata il 28 febbraio scorso, con l’obiettivo di evitare le difficoltà della dura fase congiunturale e mettere a disposizione delle aziende una serie di strumenti efficaci.

Il plafond messo a disposizione delle imprese che rispondono a determinati requisiti, sarà di almeno 10 miliardi e potrà essere utilizzato secondo le seguenti modalità: lo sconto pro soluto, con l’impresa che cede il proprio credito alla banca; l’anticipazione con cessione del credito, realizzata anche nella forma dello sconto pro solvendo, dove l’impresa non esce di scena ma resta a garanzia del credito; l’anticipazione senza cessione del credito. In quest’ultimo caso, dato che non è prevista la cessione del credito, l’impresa si impegna a dare alla banca mandato irrevocabile all’incasso del credito ed è necessario che ci sia la copertura del Fondo di garanzia per le Pmi o di un altro garante equivalente.

L’anticipazione non potrà essere inferiore al 70% dell’ammontare del credito che l’impresa vanta nei confronti della Pa e la durata sarà coerente con la data di pagamento prevista.  Le banche che aderiscono all’iniziativa si impegnano a deliberare l’operazione entro 30 giorni dalla presentazione della domanda. Le richieste delle imprese devono essere presentate entro il 31 dicembre 2012.

Inoltre le imprese hanno a disposizione l’altra iniziativa, Progetti investimenti Italia, anch’essa rivolta a determinate Pmi, e resa possibile grazie alla liquidità messa a disposizione dalla Bce, tramite operazioni straordinarie di rifinanziamento con durata fino a 3 anni.

Abi: annunciate le modalità operative per lo sblocco dei crediti delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione ultima modifica: 2012-05-30T17:41:39+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: