Abi: Atm più evoluti. Oltre ai prelievi, anche versamenti e controllo carte di credito

Non solo prelievo di denaro, ma anche consultazione del conto titoli e controllo dei movimenti delle carte di credito. Sono sempre di più gli Atm evoluti, gli sportelli automatici che consentono di fare numerose operazioni. Rispetto al 2008 sono aumentati del 4% i distributori di contanti che consentono di visionare il conto titoli, dell’11% quelli che forniscono una lista dei movimenti delle carte di credito e del 40% quelli che permettono il versamento di contanti e assegni. Quanto ai servizi dispositivi, agli sportelli automatici è possibile fare tante operazioni che semplificano la vita di tutti i giorni: pagare canone tv, bollette e multe, ricaricare le schede delle pay tv e fare donazioni. Circa il 70% degli Atm, inoltre, è dotato di un kit antifrode per prevenire la clonazione delle carte (+37%).

È quanto emerge da una recente indagine dell’Abi resa nota lo scorso 3 gennaio. Secondo i dati raccolti dall’Associazione bancaria, gli Atm delle banche italiane sono oltre 46.000, contro i 43.000 del 2008, e per il 44% sono web based, cioè basati su protocolli internet che garantiscono elevati livelli di efficienza nell’uso e nella velocità di aggiornamento dei dati.

Accanto ai servizi informativi di base, come saldo e movimenti di conto corrente, offrono un portafoglio di servizi di consultazione sempre più ricco: la disponibilità residua di prelievo su conto corrente (il servizio è disponibile presso il 56% degli sportelli), la verifica della situazione assegni (21%) e la consultazione della posizione mutui e finanziamenti (23%).

Nel 2009, 37 milioni di carte sono state utilizzate agli sportelli automatici almeno una volta, per un totale di circa 1 miliardo di operazioni (28 per carta). In particolare, ogni tessera di plastica ha fatto in media: 21 prelievi, 6 operazioni di anticipo contante, 0,6 pagamenti, 3,3 ricariche telefoniche, 0,5 ricariche di prepagate, 0,6 versamenti e 0,7 prelievi in valuta.
L’ammontare complessivo delle transazioni agli atm nel 2009 ha raggiunto 131 miliardi di euro. Di questi, 121,8 miliardi sono prelievi; 1,9 miliardi, pagamenti; 2,6 miliardi, ricariche di prepagate e 1,9 miliardi, ricariche telefoniche. L’importo medio delle operazioni è stato di 156 euro per i prelievi; 154, per ricaricare le prepagate; 86, per i pagamenti e 41, per ricaricare le schede telefoniche.

Abi: Atm più evoluti. Oltre ai prelievi, anche versamenti e controllo carte di credito ultima modifica: 2011-01-04T08:13:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: