Abi: correggere Basilea3 per evitare il rischio di restrizioni al credito

Banche e imprese condividono timori e valutazioni sulle nuove misure e in maniera congiunta hanno formulato una proposta che, senza mettere in discussione l’impianto della direttiva, prevede un meccanismo di correzione che limita i rischi di una restrizione del credito per le piccole e medie imprese, ossatura dell’economia italiana ed europea”.

L’iniziativa, che vede unite Abi, Confindustria, Alleanza Cooperative e Rete Imprese Italia, le rappresentanze del mondo produttivo europeo, prevede l’introduzione di un fattore moltiplicativo, il Pmi Supporting Factor, che applicato al calcolo del rischio di credito possa compensare l’incremento quantitativo del requisito patrimoniale minimo richiesto dalla direttiva ed evitare così il rischio di un restringimento del credito. Come sottolineato dall’Abi infatti, il rischio di un calo del tasso di crescita del credito disponibile potrebbe avere un effetto negativo rilevante sulla velocità di ripresa dell’economia, con un diverso impatto tra Europa e Stati Uniti a causa della diversa dipendenza dal credito bancario da parte delle imprese. In particolare, l’impatto sarebbe più significativo per le Pmi europee che dipendono in misura maggiore dal credito bancario. Secondo stime, il credito bancario erogato alle imprese, in percentuale del totale, ammonta a circa il 74% nell’Area Euro contro il 24% circa negli Stati Uniti. “È fondamentale creare effettive condizioni di allineamento delle regole in Europa e a livello mondiale per non penalizzare le banche commerciali, come quelle italiane, che concentrano la maggior parte dell’attività nel credito all’economia. Una penalizzazione che non viene corretta da Basilea3 così com’è formulata oggi -ha concluso Sabatini -. La nostra associazione ribadisce così la necessità che l’applicazione delle nuove misure sia equa e uniforme sia a livello europeo sia a livello globale, incluso negli Stati Uniti, Paese che ha già disatteso l’applicazione delle precedenti regole del Comitato di Basilea sui requisiti patrimoniali minimi delle banche”.

Abi: correggere Basilea3 per evitare il rischio di restrizioni al credito ultima modifica: 2011-07-04T09:48:17+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: