Abi: in un anno sono cresciuti del 25% i conti correnti dei nuovi cittadini italiani imprenditori

L’Osservatorio intende fornire uno strumento di analisi e di monitoraggio costante e organico del fenomeno dell’inclusione finanziaria dei migranti nel nostro paese, fornendo ad operatori e istituzioni strumenti di conoscenza e di interazione che consentano di individuare e definire strategie integrate per il suo rafforzamento e ampliamento. “Quando l’integrazione passa anche dallo sportello” il titolo dell’evento che Abi e CeSPI – insieme al Ministero dell’Interno – dedicano al tema dell’inclusione finanziaria dei migranti.

Tre le aree di indagine nel primo anno di attività dell’Osservatorio: il lato dell’offerta col coinvolgimento delle banche italiane e di BancoPosta; il lato della domanda con questionari rivolti ad un campione rappresentativo di migranti nelle città di Milano, Roma e Napoli; l’imprenditoria tramite l’analisi di tutte le imprese condotte da immigrati presenti in quattro territori campione (Milano, Bergamo, Brescia e Roma), e focus group dedicati all’imprenditoria femminile.

In particolare, dal rapporto curato dal CeSPI emerge che l’imprenditoria dei nuovi cittadini costituisce un percorso particolare di inserimento sociale ed economico e che il fenomeno in Italia sia sempre più rilevante. Le catene migratorie agiscono infatti da catalizzatori per l’occupazione e l’integrazione sociale dei membri della propria comunità, agevolano il passaggio di informazioni e di conseguenza favoriscono l’imprenditorialità. Secondo i dati Istat 2011, il totale degli stranieri in Italia ammonta a 4,2 milioni, il totale degli imprenditori conta invece 415.534 unità (336.583 nel 2010), raggiungendo una propensione media all’imprenditoria di circa il 10%.

Il panorama imprenditoriale legato all’immigrazione nel nostro paese è composito, con un marcato rapporto con il territorio e comportamenti finanziari molto diversificati in base alla nazionalità. Nel segmento small business, in termini di distribuzione geografica, si conferma una maggiore concentrazione di conti correnti presso le banche nel Nord Italia, pari al 67%; il 34% sono concentrati nel Centro, il 5% al Sud. Cinesi, egiziane, albanesi, macedoni e pakistane le comunità di imprenditori più vivaci nel rapporto con le banche. Quasi un terzo dei conti correnti del segmento small business – migranti (il 28%) è intestato ad un’imprenditrice donna. Percentuale che supera il 50% nel caso delle imprese filippine, ucraine, polacche e moldave.

Le imprese il cui  titolare è un migrante sono relativamente giovani (hanno quasi tutte meno di dieci anni), e il fenomeno ha iniziato a mostrare segni di pro-attività e livelli di integrazione socio-economici tali da permettere l’avvio di attività economiche imprenditoriali di maggiore complessità. Secondo l’Osservatorio, il suo rafforzamento potrebbe costituire un’opportunità anche in termini di contributo alla ripresa e al processo di internazionalizzazione del sistema economico del paese.

Interverranno in apertura del convegno Giovanni Sabatini, Direttore Generale Abi; Domenico Gammaldi, Direttore Supervisione sui mercati e sul sistema dei pagamenti Banca d’Italia; Angelo Malandrino, Prefetto, Direttore Politiche dell’immigrazione e Asilo Ministero dell’Interno; modera Laura La Posta, caporedattrice del Sole 24 Ore. Nella seconda parte, col coordinamento di Giancarlo Durante, Direttore Centrale – Direzione Sindacale e del lavoro Abi, gli interventi di Llesh Kola, Ambasciatore Repubblica di Albania in Italia; Hassan Abouyoub, Ambasciatore Regno del Marocco in Italia; Claudio Spinedi, Ministro Plenario, Direttore Centrale per la Cooperazione economica e finanziaria multilaterale Ministero degli Affari Esteri; Natale Forlani, Direttore Generale Immigrazione e Politiche d’Integrazione, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Mario Morcone, Prefetto, Capo di Gabinetto, Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione. I principali risultati delle attività di ricerca del primo anno dell’Osservatorio Nazionale sull’inclusione Finanziaria dei migranti saranno presentati da Josè Luis Rhi-Sausi, Direttore dell’osservatorio e Direttore del CeSPI.

Abi: in un anno sono cresciuti del 25% i conti correnti dei nuovi cittadini italiani imprenditori ultima modifica: 2012-11-08T08:36:28+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: