Abi, invito alle banche associate a non riscuotere commissioni su trasferimento fondi per aiuti per l’emergenza coronavirus

29

Abi Banche Logo BuonoIl presidente dell’Associazione bancaria italiana (Abi), Antonio Patuelli, e il direttore generale, Giovanni Sabatini, invitano tutte le banche associate a non riscuotere commissioni su bonifici, o altre forme di trasferimento fondi, disposti a favore della Protezione Civile sui conti correnti dedicati agli aiuti per l’emergenza Covid-19.

L’obiettivo, spiega l’Abi in una nota, è offrire il proprio supporto all’importante ruolo svolto dalla Protezione Civile nel fare fronte alla situazione emergenziale che l’Italia sta vivendo a causa della pandemia in corso, sostenendo tutte le azioni volte a favorire quanto più possibile la disponibilità di strutture, macchinari e attrezzature mediche a supporto della popolazione colpita dal virus Covid-19.

Questa iniziativa si aggiunge a quanto finora fatto dalle banche per dare il proprio contributo di solidarietà alla popolazione italiana, oltre che alle misure specifiche messe in campo dal settore per sostenere l’economia produttiva e l’avvio della risoluzione della crisi. Tra queste, le nuove moratorie sottoscritte dall’Abi insieme alle Associazioni delle imprese per consentire alle aziende micro, piccole e medie danneggiate dall’emergenza epidemiologica COVID-19 la possibilità di chiedere la sospensione o l’allungamento dei prestiti concessi fino al 31 gennaio 2020. Le nuove moratorie, a cui ha aderito il 99% delle banche, sono già operative per tutto il territorio nazionale.