Abi: nasce la Scuola di alta formazione per amministratori di fondi pensione

Accordo tra Abi e “Universitas Mercatorum”. Entro novembre il via operativo ai corsi tra Roma e Milano: 165 ore complessive nell’arco di 6 mesi. Obiettivo: rafforzare ulteriormente i livelli di professionalità ed efficienza degli operatori nel settore della previdenza complementare.

Figure professionali del settore finanziario e produttivo sempre più qualificate per svolgere funzioni di amministrazione, direzione, controllo, responsabilità del fondo e rappresentanza degli iscritti negli organismi di sorveglianza presso le forme pensionistiche complementari. A questo mira l’Accordo per la Scuola di alta formazione per gestori di fondi pensione, siglato a Roma negli scorsi giorni tra Abi, “Universitas Mercatorum”. Entro novembre 2009 è previsto il via operativo.

L’iniziativa – fortemente voluta da Abi, in considerazione del rilievo generale del tema della previdenza complementare e della diffusa presenza dei fondi pensione presso le aziende del settore – si avvale, a livello istituzionale, della qualificata presenza dell’università telematica “Universitas Mercatorum” e di AbiFormazione quale struttura di riferimento per le relative attività nel settore e intende mettere a disposizione dell’utenza (in primo luogo le Banche) uno strumento di formazione professionalizzante per “gestori” di fondi pensione, anche al fine del rilascio della specifica abilitazione richiesta dalla normativa di riferimento.

Della massima importanza il fatto che la partecipazione è finanziabile dal Fondo Banche Assicurazioni (Fondo per la formazione continua dei dipendenti del settore finanziario) che, a tal fine, è già impegnato nella promozione di attività formative per conseguire i requisiti di professionalità.

La Scuola, con sedi operative principali a Roma e Milano, ha un ampio target di destinatari in relazione alle diverse figure e ruoli svolti nel campo della previdenza complementare (componenti degli organi di amministrazione e controllo e degli organi di sorveglianza dei Fondi pensione, Direttore e Responsabile del Fondo, ecc.): l’iniziativa è anche rivolta ai soggetti comunque coinvolti nell’amministrazione dei Fondi di previdenza (Fip) e agli specializzandi nelle materie attinenti alla previdenza complementare.

Il Corso, strutturato su un monte ore complessivo di 165 ore entro un arco temporale di 6 mesi, è affidato ad un corpo-docente selezionato in funzione del livello di eccellenza professionale nella materia, prevedendo l’intervento di professori universitari, esperti e rappresentanti Abi, gestori di fondi pensione del settore creditizio finanziario, funzionari delle Pubbliche amministrazioni interessate, nonché esponenti del mondo sindacale.

Nei prossimi giorni verranno pubblicizzati modalità organizzative e contenuti dell’iniziativa, nonché criteri e procedure per l’adesione.

Il Corso si articola in 5 moduli formativi, oltre ad un modulo introduttivo a carattere propedeutico e a uno finale relativo alla verifica dei livelli di competenza raggiunti, ai fini dell’attestazione. I moduli riguarderanno: aspetti giuridici della previdenza complementare; profili economici della previdenza complementare; aspetti attuariali e finanziari della previdenza complementare; fiscalità della previdenza complementare; aspetti organizzativi nella previdenza complementare.

L’Abi nella convinzione che l’iniziativa colga appieno concrete e segnalate esigenze operative delle Banche, auspica che la Scuola di formazione registri un’ampia adesione quale strumento di specifica crescita professionale a disposizione del settore.

Abi: nasce la Scuola di alta formazione per amministratori di fondi pensione ultima modifica: 2009-10-05T16:20:17+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: