Siglato accordo tra Apsp e Unione nazionale consumatori

7

L’Associazione prestatori servizi di pagamento (Apsp), che annovera tra suoi membri i principali player nazionali e internazionali del settore dell’innovazione, degli incassi e dei pagamenti, e l’Unione nazionale consumatori (Unc), hanno sottoscritto un accordo quadro di collaborazione sui temi di interesse comune e in particolare per la realizzazione di attività di studio, ricerca e divulgazione nel settore del sistema dei pagamenti, dell’assistenza e dell’informazione ai cittadini.

L’accordo, firmato da Maurizio Pimpinella e da Massimiliano Dona, rispettivamente presidenti di Apsp e Unc, ha durata triennale e prevede, tra l’altro, che le due associazioni:
– svolgano programmi di ricerca di rilevanza nazionale e internazionale sulle tematiche di comune interesse
– organizzino seminari e incontri di studio sul territorio nazionale
– promuovano programmi di informazione ed educazione in ambito digitale e finanziario presso le scuole e sul territorio, avvalendosi anche di pubblicazioni sulla materia
– realizzino e presentino una survey indirizzata alle giovani generazioni che scatti una fotografia del sistema Italia per quanto riguarda le loro conoscenze e abitudini in ambito tecnologico, dei consumi e delle competenze
– organizzino congiuntamente corsi di formazione e perfezionamento.

“In un contesto economico e sociale in profondo mutamento, la collaborazione dell’Apsp con l’Unc rappresenta un importante punto di partenza per la creazione di un hub di incontro tra imprese e cittadini anche per fornire a questi ultimi le informazioni e il sostegno di cui necessitano, soprattutto in un ambito cruciale come quello dei pagamenti”, ha dichiarato Pimpinella.

“È nostro dovere affiancare i cittadini in questa fase epocale per il mercato, collaborando ad orientarli tra le offerte dei diversi sistemi di pagamento sempre più innovativi. Se da una parte, infatti, notiamo cittadini ben disposti verso nuovi strumenti di pagamento, non possiamo ignorare quella parte di popolazione ancora poco avvezza alla moneta elettronica: collaborare con Apsp è fondamentale per ridurre questo gap e contemporaneamente porsi da cerniera tra imprese e consumatori per garantire la trasparenza delle transazioni nell’economia digitale”, ha aggiunto Dona.