Accordo di bancassurance tra Banca Popolare di Puglia e Basilicata e Axa

Banca Popolare di Puglia e Basilicata LogoBanca Popolare di Puglia e Basilicata e Axa Italia annunciano l’avvio di una partnership finalizzata allo sviluppo di attività bancassurance tramite il network delle 137 filiali della banca. Il primo passo della partnership, chiarisce una nota, è rappresentato dalla distribuzione di soluzioni di protezione multigaranzia per privati, piccole e medie imprese e liberi professionisti per poi estendere la gamma ad ulteriori prodotti vita e danni.

Con tale intesa, attraverso la nuova nata del gruppo, Quadra Assicurazioni, Axa rafforza ulteriormente la propria presenza nel canale bancassicurativo italiano con un partner che, grazie al radicamento sul territorio, è divenuto un punto di riferimento per la clientela.

“È per noi motivo di orgoglio poter avviare questa partnership con il primo “brand” assicurativo mondiale – ha dichiarato Michele Stacca, presidente della Banca Popolare di Puglia -. Siamo convinti che l’esperienza di Axa nella protezione consentirà alla banca di diversificare opportunamente la gamma dei prodotti e servizi offerti e ai nostri clienti di accedere a soluzioni assicurative semplici ed adeguate alle loro esigenze”.

 “Con grande soddisfazione abbiamo siglato questo accordo di distribuzione con un partner che ha una lunga tradizione di vicinanza al territorio ha dichiarato Béatrice Derouvroy, leader bancassicurazione di Axa in Italia e direttore generale della joint venture Axa Mps -. Axa è oggi un modello per il mercato bancassicurativo italiano e vogliamo crescere in questo ambito anche estendendo la nostra offerta e servizi a partner che scelgano di condividere la nostra missione di protezione. Dietro il primo brand assicurativo mondiale, ci sono infatti persone che lavorano ogni giorno per prevenire i rischi, rendere più sicuri possibile i clienti e fornire servizi volti ad assicurare loro un futuro più sereno”.

Accordo di bancassurance tra Banca Popolare di Puglia e Basilicata e Axa ultima modifica: 2015-12-03T10:13:15+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: