Accordo tra Regione Toscana e banche per la concessione di finanziamenti alle imprese

In particolare, la Regione chiede al sistema creditizio toscano di mettere a disposizione, nell’arco del 2012 (e comunque fino a esaurimento delle risorse stanziate dalla Regione e da Fidi Toscana), un plafond complessivo di 400 milioni di euro per la concessione di finanziamenti o leasing. Tutto questo a fronte di una garanzia diretta, concessa da Fidi Toscana a cui la Regione concede a questo scopo un prestito, fino ad un ammontare massimo di 16 milioni, destinato ad attivare finanziamenti bancari finalizzati sia ad alimentare la liquidita’ che gli investimenti delle imprese. A sua volta Fidi Toscana si impegna a cofinanziare con proprie risorse fino ad un massimo di 4 milioni.

Come nel precedente protocollo, le garanzie erogate da Fidi sono dirette, a prima richiesta ed in linea con i requisiti di Basilea 2. La copertura puo’ arrivare fino all’80% dei finanziamenti (o leasing), per un massimo di 500 mila euro per i finanziamenti destinati alla liquidita’ dell’azienda e fino ad un massimo di 700 mila euro per quelli destinati a investimenti.

Per le imprese con rating migliore, i tassi del protocollo sono circa di 100 punti piu’ bassi rispetto al mercato, mentre per le imprese con rating peggiore i tassi previsti sono di 200 punti inferiori a quelli di mercato.

Fra gli impegni richiesti alle banche anche una riduzione dei tempi di erogazione del credito.

Dal 2009 a fine maggio 2012 le imprese garantite per la liquidità sono state 4.643 a fronte di circa 900 milioni di euro di finanziamenti; nel caso degli investimenti, le imprese garantite sono state 2.084 a fronte di oltre 350 milioni di finanziamenti.

Accordo tra Regione Toscana e banche per la concessione di finanziamenti alle imprese ultima modifica: 2012-07-24T22:00:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: