Adiconsum: trasformare la Camera di conciliazione istituita presso la Consob in un organismo simile all’Arbitro bancario finanziario

Trasformare la Camera di conciliazione istituita presso la Consob in un organismo simile all’Arbitro bancario finanziario. È la proposta avanzata dall’Adiconsum nell’ambito della consultazione avviata a inizio aprile dalla Consob per modificare il regolamento della Camera.

Dopo Federconsumatori e Adusbef, anche Adiconsum denuncia il cattivo funzionamento della Camera, sottolineando che a un anno dalla sua creazione l’attività svolta risulta estremamente deludente, con pochi i casi risolti, scarsa conoscenza dei consumatori e costi elevati per la definizione del contenzioso. “Per tali motivi – ha dichiarato Pietro Giordano, segretario generale dell’associazione – proponiamo in maniera chiara e ferma che sia trasformata in un organismo simile all’Arbitro bancario e finanziario. L’Abf infatti affronta migliaia di casi all’anno in tempi ragionevolmente brevi e soprattutto i consumatori vedono soddisfatti i propri reclami nell’ordine di circa il 60%. Questo è un metodo che può tutelare veramente i consumatori senza ricorrere a professionisti e ad arbitri che poco sanno degli interessi e della tutela dei piccoli risparmiatori”.

Adiconsum: trasformare la Camera di conciliazione istituita presso la Consob in un organismo simile all’Arbitro bancario finanziario ultima modifica: 2012-05-15T08:20:27+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: