A.I.CO.FI. e CIMEC incontrano i parlamentari di Grande Sud

All’incontro erano presenti l’On. Ugo Grimaldi e Paride Amoroso, esponente del direttivo regionale campano del Grande Sud.

Alla base dell’incontro la problematica dell’ultimo D. Lgs. 141/10 che ristruttura il quadro normativo dei mediatori creditizi.

Solo qualche prima la stessa delegazione aveva incontrato l’On. Marco Pugliese, deputato di Grande Sud nonché componente della VI Commissione Finanze di Montecitorio esponendo i gravi problemi della categoria specialmente in Campania.

L’On. Grimaldi ha detto di voler valutare anche tali problemi per i professionisti siciliani.

Così come prevede il decreto – hanno spiegato i rappresentanti di dell’A.I.CO.FI. e CIMEC circa 200.000 professionisti addetti alla mediazione creditizia, saranno costretti ad abbandonare il segmento di mercato del lavoro che li occupa. Se consideriamo poi l’indotto che opera in questo settore, in un momento di crisi e di recessione, il fenomeno diventa davvero preoccupante e drammatico. In secondo luogo, attraverso questa “anomala riforma”, viene meno il principio socio-economico delle attività liberali volute dall’Europa e viene estinta la figura professionale del consulente finanziario o mediatore del credito”.

A tal proposito, come già annunciato dall’On. Pugliese, i parlamentari del Grande Sud stanno lavorando per presentare un’interrogazione parlamentare chiedendo delucidazioni su cosa intende fare il Governo circa questa problematica.