Aipb, i soci salgono a 124

13

Aipb LogoSalgono a 124 i soci dell’Associazione italiana private banking, Aipb che, dal 2004, riunisce i principali operatori nazionali e internazionali del private banking.

Ultime tre realtà, in ordine di tempo, ad associarsi sono state Baloise, Cassa di Risparmio di Cento WM&PB e Art-Rite Auction House.

“Siamo molto lieti – ha dichiarato Antonella Massari, segretario generale di Aipb – per questi nuovi, prestigiosi ingressi nella nostra compagine associativa, a ulteriore testimonianza dell’interesse e dell’utilità percepita dell’attività di Aipb presso gli operatori del settore. Per parte nostra ci siamo da sempre impegnati perché l’Associazione potesse non solo rappresentare l’intera filiera del settore, quindi produttori, distributori, studi legali e professionali, ecc., ma, grazie alla presenza di queste realtà, oltreché a quella di altre associazioni di settore, università, centri di ricerca e società di servizi si potesse dare vita a un vero e proprio network interdisciplinare in grado di mettere le proprie competenze distintive e complementari al servizio dello sviluppo e dell’allargamento della cultura del Private Banking che, tradizionalmente, si rivolge a famiglie e individui con patrimoni significativi ed esigenze complesse di investimento”.

Siamo lieti – ha aggiunto David Moser, head of private Business di Baloise – di entrare a far parte di Aipb, un valido terreno di confronto fra i diversi operatori del settore bancario-assicurativo e che da anni contribuisce alla crescita e al consolidamento del mercato Private in un Paese come l’Italia, dove la gestione dei patrimoni rilevanti richiede un’attenzione particolare agli obiettivi e alle esigenze del cliente. Ciò è perfettamente in linea con i valori di Baloise, che da sempre lavora per concepire prodotti assicurativi sulla vita che possano pienamente soddisfare la nostra clientela”.

“L’iscrizione ad Aipb – ha spiegato Stefano Ascanelli, responsabile Direzione Wealth Management & Private Banking della Cassa di Risparmio di Cento WM&PB –rappresenta il nostro punto di partenza verso nuove mete. La capacità di soddisfare pienamente le esigenze dei nostri clienti e l’evoluzione dei servizi di consulenza al patrimonio offerti ci hanno permesso negli anni di accrescere significativamente il posizionamento sul mercato di riferimento diventando un’importante realtà nell’offerta di soluzioni ad alto valore aggiunto. Aipb rappresenta oggi per noi l’opportunità di essere parte di una comunità ad alto livello di qualificazione professionale, multidisciplinare, aperta, rappresentativa, dove contribuire ad analizzare, condividere, confrontare modelli evolutivi e soluzioni per affrontare al meglio le evoluzioni delle esigenze dei nostri clienti e i correlati servizi al patrimonio offerti generando valore nel tempo”.

“Sono onorato – ha precisato Attilio Meoli, amministratore unico di Art-Rite Srl – che la società che rappresento sia entrata a far parte della grande ‘famiglia’ Aipb. Consapevole dell’ormai consolidato intreccio tra il sistema bancario e il mercato dell’arte, Art-Rite promuove la collaborazione con gli operatori e le istituzioni del sistema finanziario e l’investimento in opere d’arte in quanto asset class.

“Il rapporto con il sistema bancario e finanziario” conclude Meoli “ è stato il lietmotiv del mio percorso di crescita professionale nel mercato dell’arte: a inizio carriera, mi sono occupato di finanziamenti con pegno costituito da opere d’arte, ho poi curato, col ruolo di cfo, la quotazione in borsa del titolo di una casa d’aste e, più recentemente, sono stato il promotore di diverse iniziative imprenditoriali aventi ad oggetto case d’asta, ultima in ordine temporale, Art-Rite”.