Alfredo Amato, amministratore delegato Consulbrokers: “Puntiamo a offrire alle aziende una consulenza completa, dal settore finanziario a quello assicurativo”  

Consulbrokers LogoLa Consulbrokers è una società di brokeraggio assicurativo nata nel 1989 con sedi in tutta Italia: Udine, Milano, Bologna, Roma, Napoli, Potenza, Bari, Lamezia, Catania. Tra i suoi clienti si contano enti pubblici e privati, associazioni, istituzioni e grandi imprese. Dopo un ventennio di attività nel settore delle assicurazioni e riassicurazioni, la società ha aperto una sede a Londra, cominciando a lavorare con player di respiro internazionale. L’attuale articolazione del gruppo consente di usufruire dei servizi delle società consorelle che si occupano di settori specifici di attività, compresi  lo studio e la ricerca di nuove soluzioni assicurative, la gestione dei sinistri e lo studio per la loro prevenzione. “Sostanzialmente offriamo consulenza nel risk management, individuando e analizzando i rischi a cui un ente o un’azienda è sottoposto”, spiega Alfredo Amato, amministratore delegato di Consulbrokers. “Successivamente proponiamo offerte assicurative ad hoc, alle quali arriviamo tramite gara pubblica, assistendo l’ente o l’azienda in tutte le fasi di predisposizione dei documenti di gara e di aggiudicazione, o direttamente sul mercato assicurativo. Inoltre garantiamo sostegno ai clienti anche dopo il piazzamento, con la gestione dei sinistri, formazione, aggiornamenti tecnici e legislativi relativi alla materia assicurativa. La nostra mission è fornire servizi di consulenza di alto contenuto professionale”.

Qual è il vostro modello di business?

Consulbrokers nasce per iniziativa di un gruppo di imprenditori  che intuiscono  la possibilità di sviluppare un servizio di consulenza e assistenza alle primarie attività economiche pubbliche e private. Un progetto che, partendo da una realtà locale, potesse creare un polo di società attive a livello nazionale, in grado di  diversificare gli ambiti di competenza e le aree di mercato cui rivolgere la propria offerta di servizi e consulenza. Ci avvaliamo di una fitta rete capillare di consulenza che opera su tutto il territorio nazionale.

Quali sono i vostri principali punti di forza?

Assoluta indipendenza dal mercato assicurativo, innovazione, modus operandi focalizzato sul servizio al cliente.

Perché avete deciso di entrare a far parte di Rehub? Che aspettative avete?

Rehub è un’iniziativa che nasce dalla volontà della società di intermediazione creditizia Credipass di connettere i servizi di assistenza e di consulenza con le reti di mediatori e di agenti finanziari per poter meglio rispondere ai bisogni dei consumatori finali. In questo senso è una porta sul mercato italiano del Nord-Ovest, e soprattutto un accesso a un nuovo segmento di mercato, ad ora ancora inespresso: le piccole e medie imprese. Dopo attenta analisi degli agenti, e considerata la loro professionalità, puntiamo ad offrire alle aziende una consulenza completa che vada dal settore finanziario all’assicurativo.

Qual è il bilancio della vostra attività per l’anno in corso? La situazione è migliorata rispetto al 2013? Quali sono le previsioni per l’anno prossimo?

Nonostante il brokeraggio assicurativo si innesti in un trend negativo il piano di sviluppo iniziato 2 anni fa ha portato già quest’anno dei risultati positivi e considerando i nostri progetti di lancio, tra cui Rehub, le nostre previsioni per il prossimo anno sono sicuramente buone.

Che progetti avete in cantiere?

Oltre la penetrazione nel segmento delle piccole e medie imprese e nel Nord-Ovest italiano, puntiamo anche a una diversificazione di mercato più ambiziosa che scavalchi i confini continentali: è nostra intenzione posizionarci sul mercato dei Paesi emergenti del Medio Oriente prima e dell’Estremo Oriente in seguito.

Alfredo Amato, amministratore delegato Consulbrokers: “Puntiamo a offrire alle aziende una consulenza completa, dal settore finanziario a quello assicurativo”   ultima modifica: 2014-11-07T20:20:51+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: