Alluvione in Liguria: Banca e Fondazione Carispezia insieme a sostegno delle province della Spezia e di Massa Carrara

 

Andrea Corradino, presidente di Carispezia – Gruppo Cariparma Crédit Agricole, è vicino a tutti quanti sono stati colpiti dall’alluvione: “La grave calamità che ha colpito il nostro territorio mette ancora una volta a dura prova tutta la comunità. La nostra gente – racconta Corradino –  abituata a lavorare e faticare, sarà capace di ricostruire e ricominciare ma noi riteniamo nostro compito indispensabile sostenerla prevedendo interventi straordinari specifici. Carispezia è vicina al territorio e lo vuole dimostrare concretamente. Infine, rivolgo un pensiero di cordoglio e solidarietà a tutte le famiglie, agli amministratori ed alle comunità, più in generale, colpite da questo grave disastro”.

Anche Matteo Melley, presidente della Fondazione Carispezia si è unito a Corradino nella necessità di intervenire rapidamente in Liguria: “La Fondazione Carispezia si fa interprete del sentimento di solidarietà dell’intera comunità nei confronti dei territori gravemente colpiti dagli eventi. Conseguentemente, come è nostro dovere, cerchiamo di venire incontro ai bisogni primari di chi vive questo momento di difficoltà. In virtù di questo sentimento – ha osservato –, sempre nel solco del ruolo tradizionale della Fondazione di sostegno alle esigenze del territorio, si è ritenuto di operare con risorse straordinarie”.

Questi i provvedimenti decisi dalla Banca e dalla Fondazione:

  1. Conto corrente Carispezia “Emergenza alluvione”. Il conto, già operativo presso tutte le filiali Carispezia, è destinato alla raccolta di fondi a favore delle aree alluvionate delle Province della Spezia e di Massa Carrara. L’iniziativa si concluderà, salvo proroga, al 31/12/2011: Carispezia, verificato il saldo del conto raddoppierà l’importo della cifra raccolta con un’erogazione diretta di importo minimo pari a 100.000 euro. Il conto è abilitato a ricevere versamenti provenienti da tutti gli istituti di credito. Inoltre, per i bonifici effettuati da filiali Carispezia, non sono previste commissioni a carico dell’ordinante. Di seguito il codice IBAN: IT28N0603010701000046860177
  2. Contributo straordinario da Fondazione Carispezia. La Fondazione Carispezia ha stanziato un contributo straordinario di 1 milione di euro da destinarsi come segue: a. Azzeramento interessi su finanziamenti erogati a famiglie, privati e piccoli operatori economici.

b. Interventi di solidarietà e beneficenza individuati con le istituzioni del nostro territorio.

  1. Carispezia Sipuò. Carispezia, a seguito dell’alluvione, ha emesso un pacchetto di prodotti e di servizi a sostegno della famiglie colpite dal disastro che prevede:

a.   Sospensione delle rate dei mutui casa per un periodo massimo di 12 mesi.

b.   Anticipo del pagamento della pensione di una settimana.

c.   Apertura di credito per anticipo retribuzione.

La sospensione delle rate sarà consentita, per un periodo massimo di 6 mesi, anche alle aziende.

  1. Disponibilità immediata a interventi a sostegno diretto dei comuni delle province della Spezia e di Massa Carrara. In base alle richieste, saranno valutati, con tempi di istruttoria rapidi:
    1. Fnanziamenti a titolo di anticipazione delle somme stanziate dalle autorità statali e regionali.
    2. Esigenze specifiche legate ad interventi per danni provocati dall’alluvione.

Infine, Roberto Ghisellini, direttore generale di Carispezia ha aggiunto: “Questo evento disastroso ha colpito direttamente anche noi. Tre nostre filiali (Brugnato, Monterosso e Vernazza) sono completamente inagibili e i nostri colleghi sono stati miracolosamente tratti in salvo. Siamo vicini alle persone colpite. Questa serie di interventi – ha concluso – è un primo segnale per dimostrare che Carispezia c’è e vuole concretamente essere parte del territorio, a fianco delle famiglie e delle aziende. Questo è un modo, concreto e reale, per essere banca del territorio”.

Alluvione in Liguria: Banca e Fondazione Carispezia insieme a sostegno delle province della Spezia e di Massa Carrara ultima modifica: 2011-10-31T10:47:21+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: