Amissima lancia l’unità operativa “Sviluppo Rete e Progetti Speciali”

Amissima LogoIl Gruppo Assicurativo Amissima rafforza la propria struttura commerciale e inaugura l’unità operativa “Sviluppo Rete e Progetti Speciali”, che sarà guidata da Stefano Di Bucci, recentemente entrato nello staff del direttore commerciale Antonio Scognamillo.

La nuova divisione, informa una nota, lavorerà con l’obiettivo di potenziare ulteriormente la Direzione Commerciale della Compagnia, a supporto della rete vendita, per raggiungere un migliore e più equilibrato presidio sul territorio.

Nello specifico il team coordinato da Di Bucci si occuperà della ricerca e selezione di agenti e, al contempo, della cura e dello sviluppo della rete di intermediari: una crescita qualitativa, ma anche quantitativa poiché entro la fine del 2018 Amissima intende fortificare la propria rete attraverso l’apertura di nuove agenzie, l’inserimento di agenti e il potenziamento della rete sub agenziale delle migliori agenzie.

In un mercato assicurativo in cui il numero delle agenzie continua a diminuire a fronte dello sviluppo di nuovi canali distributivi, Amissima va in controtendenza e punta sul rinnovamento e la professionalità della propria rete.

“Sviluppo Rete e Progetti Speciali” rappresenta, così, un ulteriore passo in avanti nello sviluppo del progetto di rinnovamento e consolidamento di Amissima, promosso dall’amministratore delegato Alessandro Santoliquido, e testimonia l’impegno della compagnia per garantire ai propri agenti sostegno e qualità dei servizi.

Da questo punto di vista, quest’anno Amissima si è distinta per i risultati aziendali raggiunti, come il riconoscimento nazionale di “Azienda Eccellente 2018”, nel corso dei Sales Excellent Awards 2018 di Fortia, e il premio de Le Fonti Awards “Eccellenza dell’Anno Insurance Crescita e Innovazione Rete Agenziale”, solo per citarne alcuni.

Amissima lancia l’unità operativa “Sviluppo Rete e Progetti Speciali” ultima modifica: 2018-09-04T13:18:09+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: