Ancora in diminuzione i prestiti alle imprese

Il dato riflette la perdurante flessione del credito alle società non finanziarie (-3,9%), a fronte di una moderata crescita dei finanziamenti alle famiglie (4,4%).

Vi sono comunque forti differenze tra le diverse categorie di intermediari: il credito concesso dai primi 5 gruppi bancari italiani si è contratto a febbraio del 4,1% sui 12 mesi, mentre gli altri intermediari hanno fatto registrare un’espansione del 2,1.

Secondo la Banca d’Italia la contrazione dei prestiti alle imprese “rimane nell’insieme coerente con il prolungato calo del loro fabbisogno finanziario, connesso con la debolezza congiunturale”. L’irrigidimento delle condizioni di offerta del credito, marcato nei trimestri precedenti, si sarebbe arrestato nel quarto trimestre, secondo le banche italiane partecipanti all’indagine sul credito bancario nell’area. Dal lato delle imprese, l’indagine mensile dell’Isae e quella trimestrale svolta congiuntamente dalla Banca d’Italia e da Il Sole 24 Ore segnalavano tuttavia, in marzo, il permanere di difficoltà di accesso al credito, seppure meno acute rispetto all’apice della crisi.

Ancora in diminuzione i prestiti alle imprese ultima modifica: 2010-04-20T08:41:07+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: