Andrea Criseo, direttore commerciale Finanziaria Italia: “L’obiettivo del 2020 sarà la crescita del business e del fatturato”

288

Andrea Criseo, Finanziaria Italia Buona“Ci prepariamo a chiudere un anno assolutamente positivo, con erogazioni pienamente in linea con le previsioni fatte nel primo semestre. Non possiamo che ritenerci soddisfatti: stiamo crescendo e lo stiamo facendo in modo equilibrato, un passo alla volta ma guardando lontano”. Andrea Criseo, direttore commerciale di Finanziaria Italia, traccia un bilancio sintetico del primo anno di attività di questa nuova realtà della mediazione creditizia.

Il 18 ottobre avete inaugurato la filiale di Reggio Calabria. Quanto è importante per voi questo presidio a livello di sviluppo commerciale?
Si tratta di un punto fermo di assoluto rilievo nella nostra strategia di espansione nel Sud Italia, l’area in cui abbiamo i più elevati margini di crescita. La filiale oggi può contare su sei agenti operativi coordinati da un direttore, dai quali ci attendiamo numeri importanti già nel breve periodo.

Avete in programma altre aperture da qui a dicembre?
Abbiamo già aperto un point a Somma Lombarda e siamo al lavoro per inaugurare un’altra filiale a Brescia. L’apertura di presidi territoriali rappresenta l’anima della nostra strategia di sviluppo: crediamo in un modello che ci vede protagonisti come imprenditori accanto ai nostri agenti. Anche per questo nel 2020 prevediamo l’apertura di un’altra filiale, in Puglia, e di un altro point, in Sicilia.

È vero che vi state muovendo anche su Roma?
Assolutamente sì, dovremmo aprire una filiale nel 2020.

Come sta crescendo la rete?
Siamo partiti con 3 collaboratori e chiuderemo l’anno con 25-30. Vista l’importanza centrale che queste figure rivestono nel nostro progetto, abbiamo deciso di dar vita a un nuovo comparto aziendale specificamente dedicato alla lead generation, cui si affiancherà un contact center a disposizione dei collaboratori. In aggiunta a questo, nel 2020 aumenteremo gli investimenti pubblicitari di circa il 25%, proprio per garantire una maggiore visibilità al marchio Finanziaria Italia e favorire il business della nostra rete.

Che progetti avete in cantiere per l’anno prossimo?
La nostra priorità sarà ovviamente la crescita, del business, del fatturato e della rete. Proprio per sostenere questo sviluppo stiamo rafforzando le nostre partnership e abbiamo in programma la trasformazione in società per azioni.