Andrea Napoli, ceo di Locare: “Siamo i primi in Italia a occuparci di rent care, prendendoci cura della locazione a 360 gradi”

Napoli, Locare

“Siamo i primi in Italia a occuparci di rent care: la nostra mission è quella di prenderci cura a 360 gradi della locazione, offrendo servizi innovativi che possano semplificare il lavoro dei locatori”. Andrea Napoli presenta così il progetto della start up innovativa Locare s.r.l., che lo vede rivestire il ruolo di ceo. Con lui parliamo del funzionamento della società e dei progetti in cantiere.

Quali sono i servizi che offrite?
Al momento sono tre: “CompilAffitto”, che genera in automatico un contratto di affitto con le corrette diciture e i riferimenti aggiornati; “RegistrAffitto”, che consente la registrazione online dei contratti presso l’Agenzia delle Entrate in modo rapido e senza obbligo di pre-acquisto; “SalvAffitto”, un servizio innovativo studiato da Locare per consentire al locatore, in tutti i casi di controversie con l’inquilino relative al contratto di locazione sottoscritto, di beneficiare di un servizio di assistenza dedicata che lo accompagni sia nella gestione sia nella risoluzione delle stesse. Caratteristica comune dei tre servizi è la massima standardizzazione dei processi, che permette di proporre costi significativamente inferiori rispetto alle soluzioni tradizionali.

Per reperire capitali avete deciso di ricorrere all’equity crowdfunding tramite il portale WeAreStarting. Perché avete scelto questo canale?
L’idea di fare riferimento all’equity crowdfunding non nasce solo dall’esigenza di reperire finanziamenti per crescere, ma anche dalla volontà di avere visibilità e farci conoscere dal mercato. Grazie ai nostri contatti abbiamo già stabilito una prima importante presenza, coinvolgendo anche realtà di primo piano a livello nazionale ma il nostro obiettivo è quello di farci conoscere dal maggior numero possibile di locatori. Tutti quelli che sceglieranno di investire nel nostro progetto potranno godere di un beneficio fiscale pari al 30% dell’importo investito nella società, in quanto startup innovativa, e potranno inoltre accedere al servizio di intestazione conto terzi delle quote acquisite che permette di evitare, nel momento futuro in cui gli investitori vorranno cedere le proprie quote, gli elevati costi associati alla procedura ordinaria di compravendita, che richiede l’intervento di un commercialista o di un notaio. I costi per l’attivazione del servizio saranno a carico della società offerente, che in questo modo ha voluto creare le condizioni per una elevata partecipazione dei piccoli investitori. L’investimento è infatti aperto sia a persone che a società, che possono contribuire con un importo minimo di 300 euro.

181219_locareQuando è avvenuto il lancio della sottoscrizione? E come sta andando?
Il lancio del round di raccolta è avvenuto venerdì 7 dicembre e devo dire che in poco più di un weekend ha superato i 50.000 euro di sottoscrizione su 60.000 di target minimo. Sappiamo che c’è molto interesse da parte di diversi investitori.

A cosa servirà questo aumento di capitale?
Questo round di raccolta fondi servirà a migliorare il portale e la prossima web-app associata, ma anche a strutturare la prima campagna commerciale per i servizi di Locare, in particolare il canale di acquisizione digitale.

Che progetti avete in cantiere per il prossimo futuro?
Uno dei nostri punti di forza è un’infrastruttura It proprietaria estremamente avanzata, che, come detto, vogliamo continuare a sviluppare. Inoltre stiamo già preparando un’app che consentirà ai locatari di seguire l’iter delle loro pratiche e ai locatori di interfacciarsi con noi e con i nostri servizi in modo rapido ed efficiente. Dall’altro lato lavoreremo per far conoscere i nostri servizi in tutta Italia, con un’attenzione particolare rivolta al mondo degli affitti turistici e delle case vacanza.

Quali sono i vostri obiettivi nel medio/lungo termine?
Non mi voglio nascondere: puntiamo a diventare i leader del mercato dei servizi legati alla locazione.

Andrea Napoli, ceo di Locare: “Siamo i primi in Italia a occuparci di rent care, prendendoci cura della locazione a 360 gradi” ultima modifica: 2018-12-17T09:30:50+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: