Anthony Greco, presidente di Fincentrale: “Siamo in cerca di un socio che voglia condividere con noi un percorso di crescita a livello nazionale”

Greco, Fincentrale“Il mercato del prestito su pegno è in grande fermento. Anche gli stranieri hanno iniziato a interessarsi al settore, come dimostra l’acquisto della divisione pegno di Unicredit da parte della casa d’aste austriaca Dorotheum, che è la più grande d’Europa e che è in trattative anche con il Credito Siciliano. Questo vuol dire che il momento è quanto mai propizio per realizzare i nostri progetti: lasciarci alle spalle la dimensione strettamente territoriale che abbiamo avuto fino ad ora ed espanderci in tutta la Penisola”. Anthony Greco, presidente del cda e amministratore delegato di Fincentrale, spiega quali sono i prossimi passi che la società ha intenzione di compiere per allargare il proprio business e continuare a crescere.

 

L’ultima volta che ci siamo sentiti eravate alla ricerca di un partner. L’avete trovato?
Siamo stati contattati da diversi operatori bancari e non. Al momento però i nostri progetti sono leggermente cambiati rispetto all’anno passato, non cerchiamo più un semplice partner ma un vero socio, che voglia entrare nella nostra società e finanziare l’apertura di nuove filiali al di fuori del territorio siciliano.


Come mai questo cambio di programma?

Dopo un’attenta riflessione abbiamo capito che quello che ci interessa è ottenere uno sviluppo equilibrato, sano e di lungo periodo. Per raggiungere questo obiettivo ci serve qualcuno, come una banca di piccole dimensioni, un intermediario 106 o un investitore privato, che sia solido dal punto di vista patrimoniale e decida di abbracciare in toto il nostro progetto, entrando quindi a far parte della nostra società.

 

Fincentrale LogoQuesto socio, dunque, dovrebbe mettere i capitali necessari alla vostra espansione. Voi cosa offrite in cambio?
L’esperienza maturata nei nostri quattro anni di attività nel settore, in cui al momento operano solo 10 operatori privati in tutta la Penisola, e solo noi da Napoli in giù. Questo vuol dire che i margini di crescita e sviluppo sono considerevoli. Quella del prestito su pegno è un’attività particolare e delicata, che richiede una conoscenza approfondita delle dinamiche del finanziamento, decisamente diverse rispetto a quelle di un prestito canonico. Per chi lavora in questo ramo, ad esempio, è fondamentale poter fare affidamento su un buon stimatore, professionista non facile da trovare sul mercato. Ormai noi facciamo questo lavoro da qualche anno, con numeri in continua crescita. Diventare nostro socio e aiutarci ad aprire nuove filiali vuol dire abbracciare un progetto di business ragionato e con interessanti prospettive di sviluppo. Anche per questo noi siamo ansiosi di metterci alla prova e iniziare a lavorare per diffondere il prestito su pegno da Nord a Sud.

Anthony Greco, presidente di Fincentrale: “Siamo in cerca di un socio che voglia condividere con noi un percorso di crescita a livello nazionale” ultima modifica: 2018-03-08T09:20:53+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: