Antiriciclaggio, a Varese la Guardia di Finanza contesta violazioni amministrative a un notaio e a un commercialista

Guardia di FinanzaI finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Varese hanno contestato violazioni amministrative in materia di antiriciclaggio a un notaio e a un commercialista per operazioni relative alla registrazione e identificazione della clientela, l’istituzione del registro antiriciclaggio e l’omessa segnalazione di operazioni sospette.

Le Fiamme Gialle, si legge in una nota, hanno individuato anomalie nelle modalità di adempimento degli obblighi di adeguata verifica e registrazione della clientela, significando che non sono state eseguite le modalità che si basano principalmente sull’individuazione dei rischi associati al tipo di cliente, al rapporto continuativo o alle prestazioni professionali verso il quale il professionista deve apporre la dovuta attenzione.

È stata riscontrata la mancata registrazione del cliente su appositi registri previsti per legge, nonché il mancato controllo costante del cliente, nel corso del rapporto continuativo, che prevede il costante aggiornamento dei documenti e dei dati riferiti a quest’ultimo.

Al termine delle attività i finanzieri hanno contestato violazioni amministrative a carico dei due professionisti. Per tali condotte sono state elevate sanzioni pecuniarie, nei confronti dei titolari degli studi professionali, per un importo complessivo pari ad 300.000 euro.

Leggi il comunicato

 

 

Antiriciclaggio, a Varese la Guardia di Finanza contesta violazioni amministrative a un notaio e a un commercialista ultima modifica: 2016-05-20T09:51:02+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: