Arena, Dircredito: “Dequalificare i bancari non giova alla salute delle banche”

Arena, Dircredito

Maurizio Arena, segretario del Dircredito

“La trattativa con Abi rischia di naufragare ancora prima di partire”. Così Maurizio Arena, segretario generale del Dircredito, a margine del secondo incontro in calendario per il rinnovo del Ccnl di settore. “Non siamo più disponibili ad accettare il modus operandi dell’associazione bancaria che, invece di pensare a rinnovarsi e a rilanciare le aziende attraverso lo sviluppo di un nuovo modello di banca, continua ad aggrapparsi alla diminuzione del costo del lavoro e alla sterilizzazione delle professionalità presenti in azienda come unici mezzi per far quadrare i conti”.

Per Arena è “inspiegabile che l’Abi nei suoi progetti manifesti la volontà di volersi accanire in particolare sull’area dei quadri direttivi, comprimendone i livelli, mentre proprio questi  andrebbero considerati come una risorsa su cui puntare per fare in modo di rendere i servizi bancari sempre più rispondenti e all’altezza delle aspettative della clientela. Operaizzare la categoria dei bancari, come si è tentato di fare negli ultimi anni, è evidente, non ha giovato né all’immagine, né alla salute delle banche”.

Arena, Dircredito: “Dequalificare i bancari non giova alla salute delle banche” ultima modifica: 2014-06-25T16:17:34+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: