Arena Dircredito: Unicredit cede i lavoratori e rifiuta il confronto con i sindacati

In un comunicato stampa diffuso da Dircredito si legge che il consiglio di amministrazione di Unicredit ha ratificato la costituzione di una newco, con un partner americano estraneo al perimetro del Credito, in cui farà confluire per cessione di ramo d’azienda gli oltre 300 lavoratori dello Shared Service Center (amministrazione del personale). La nuova società dovrà essere attiva entro la fine del prossimo mese di ottobre.

L’operazione si colloca in un più ampio progetto di disgregazione delle società consortili che avrà impatti su diverse migliaia di lavoratori. Il segretario generale Dircredito, Maurizio Arena, ha espresso forte contrarietà per la decisione di Unicredit, rilevando l’incomprensibile e gravissimo rifiuto dell’azienda di confrontarsi con i sindacati, nonostante la recente mobilitazione dei lavoratori che ha registrato livelli di partecipazione elevatissimi.

Come si legge nella nota ufficiale del gruppo, “in una fase estremamente delicata per il rinnovo del CCNL di categoria, la decisione presa unilateralmente da Unicredit appare inopportuna e certamente non favorisce l’instaurarsi di un clima costruttivo per le relazioni industriali”.

“Registrando la volontà dell’azienda di abbandonare la via della concertazione – ha dichiarato Arena – Dircredito d’intesa con gli altri sindacati metterà in campo tutte le iniziative di difesa dei lavoratori e dell’area contrattuale che si renderanno necessarie”.

Arena Dircredito: Unicredit cede i lavoratori e rifiuta il confronto con i sindacati ultima modifica: 2011-08-05T11:15:58+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: