Arriva in Italia Century 21, franchising immobiliare Usa

Parte dalla Capitale l’esperienza delle agenzie immobiliari Century 21, franchising Usa operativo nel settore residenziale. La società ha annunciato oggi che l’Italia è l’86° Paese nel quale allarga la sua rete, attiva ormai da 50 anni, grazie a un team di investitori guidato da Marco Tilesi. L’obiettivo è aprire 115 uffici in tutta Italia in 5 anni, costruendo una rete di 2.000 agenti immobiliari, per conquistare una quota del 4% del mercato del franchising immobiliare in Italia.

È un orgoglio per me poter contribuire all’affermazione in Italia di un marchio prestigioso e innovativo come Century 21 – spiega Tilesi -. È un brand che da sempre ho guardato con grande ammirazione per la sua capacità di combinare eccellenza operativa e sguardo al futuro. Perché ha cambiato i paradigmi, riscrivendo, senza stravolgerla, una storia cinquantennale. Mi sono sempre chiesto perché non fosse ancora sbarcato nel nostro Paese e chi avrebbe abbracciato questa affascinante sfida”. L’Italia è un Paese centrale per la società, prosegue Tilesi, “per l’attenzione che suscita sul mercato internazionale e per il prestigio che da sempre rappresenta. Per il mercato immobiliare italiano, molto tradizionale, ricco di tanti ottimi professionisti ma carente di vera innovazione, Century 21 rappresenta un’opportunità per unire passato e presente e traghettare questo settore verso il futuro”.

Fondato nel 1971 in California dai due broker immobiliari Art Bartlett e Marsh Fisher, Century 21 conta ad oggi oltre 146.000 agenti professionisti indipendenti e 13.000 uffici. “È un modo straordinario per iniziare il 50° anniversario del nostro marchio – ha dichiarato Mike Miedler, presidente e ceo di Century 21 Real Estate Llc -. Il nostro team farà tutto il possibile per aiutare Marco e le sue persone a offrire le straordinarie esperienze di CENTURY 21 ai clienti italiani del settore immobiliari e a raggiungere i loro obiettivi e le loro aspirazioni come imprenditori immobiliari”.