Assicurazioni Generali, al via il polo assicurativo dedicato alle Pmi

{jcomments on}Il progetto prevede inoltre il coinvolgimento della rete distributiva di Assicurazioni Generali in un percorso di formazione dedicata, che ha interessato finora 300 agenti.
Giovanni Perissinotto ha dichiarato: “Le Pmi rappresentano il 98% del totale delle imprese private e occupano l’80% della forza lavoro. Costituiscono quindi un patrimonio enorme, che però presenta la storica debolezza di un livello di assicurazione ancora troppo basso, che influisce fortemente sulla capacità di accedere a fonti di finanziamento, in particolare il credito bancario. Il progetto di Generali punta allora ad avvicinare il cliente Pmi con una logica di consulenza e di assistenza assicurativa completa”.

In particolare, Progetto Pmi è stato realizzato su quattro assi fondamentali – strumenti, prodotti, servizi e formazione:

  • una procedura (“Zoom Pmi”) di analisi dei rischi e di checkup delle esigenze assicurative e dei bisogni della clientela, con l’identificazione di tutte le strategie e coperture assicurative volte a minimizzare i rischi per l’impresa stessa, in stretta collaborazione con l’imprenditore;
  • una linea completa di prodotti (“Genera Impresa” e “GenerAttività”) che offrono coperture a partire dal property, compresi i rischi catastrofali, alla responsabilità civile verso terzi e dipendenti, alla rc prodotti, alla business interruption, alla tutela legale;
  • servizi di pronto intervento in caso di sinistro, con stima preventiva dei beni aziendali, insieme alla possibilità di fornire soluzioni assicurative per siti produttivi ubicati all’estero, grazie alla rete di società del Gruppo;
  • un programma di formazione specifico e continuativo, dedicato al personale tecnico e alla rete di vendita su temi inerenti l’analisi dei rischi e la consulenza nell’ambito delle piccole e medie imprese.
Assicurazioni Generali, al via il polo assicurativo dedicato alle Pmi ultima modifica: 2010-10-17T16:16:10+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: