Assicurazioni, Hays: actuary e underwriter i profili più richiesti dalle compagnie

Hays Logo“Il settore assicurativo è pronto per affrontare il periodo d’incertezza che caratterizzerà lo scenario finanziario e bancario dei prossimi anni. Il comparto gode di buona salute e farà registrare una crescita significativa. Per raccogliere le sfide future l’Insurance si avvarrà della collaborazione di professionisti dinamici e con competenze sempre più specifiche, come ad esempio i manager del digital marketing e i business developer, oltre ai responsabili della funzione compliance”. È quanto sostengono gli esperti di Hays Italia dopo aver analizzato i dati della Salary Guide 2017, l’indagine che, basandosi su un campione di oltre 1.400 professionisti e 250 aziende, offre un’attenta analisi dei diversi ambiti lavorativi italiani.

Dopo anni di instabilità, dovuta soprattutto alle ripercussioni del sistema bancario, il trend generale dell’attività di recruitment del settore assicurativo è incoraggiante. La ripresa del mercato fa accrescere nel settore la domanda di professionisti legati alle attività di core business. Aumenta quindi la ricerca di underwriter, per valutare la qualità dei rischi assunti e migliorarne la selezione, e di attuari (actuary), capaci di effettuare le valutazioni finanziarie future in maniera sempre più precisa. Buone anche le performance fatte registrare dai profili commerciali e gestionali su portafogli corporate.

Tra le competenze più richieste dai responsabili Hr in fase di selezione, spiccano una profonda conoscenza del ramo assicurativo e del prodotto di riferimento. Fondamentale mantenersi aggiornati rispetto alle nuove tecnologie: rimanere statici e non avere un approccio “digital” rappresenta oggi uno dei maggiori rischi dei professionisti dell’Insurance. Le lauree più richieste sono quelle in discipline economiche, statistiche o matematiche.

La Hays Salary Guide mette in luce come le buste paga più consistenti siano quelle riservate a professionisti con un’expertise specifica e di prodotto: in particolare gli actuary (profili senior, 60.000 euro), gli underwriter (profili senior, 50.000 euro) e i tecnici dell’area claims (profili senior, 45.000 euro). Buste paga più modeste per i liquidatori e i professionisti che svolgono attività di back e middle office.

Articoli che potrebbero interessarti:

Assicurazioni, Hays: actuary e underwriter i profili più richiesti dalle compagnie ultima modifica: 2017-06-07T19:14:54+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA