Assicurazioni, Ivass: nel 2018 raccolta premi del comparto salute pari a 5,8 mld

41

Ivass LogoNel 2018 la raccolta premi nel comparto salute si è aggirata intorno ai 5,8 miliardi di euro, pari al 18% del totale nei rami danni. È quanto emerge dal primo Bollettino statistico dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass), pubblicato il 21 gennaio. Il report utilizza i dati desunti dai moduli di bilancio e di vigilanza, relative all’insieme delle imprese vigilate dall’Ivass, e analizza il trend del comparto dal 2013 al 2018.

In particolare, tra il 2013 e il 2018 la raccolta infortuni è cresciuta del 4,7%, passando da 2,958 miliardi di euro a 3,096 miliardi di euro; mentre la raccolta del ramo malattia è aumentata del 33,5%, passando da 2,070 miliardi a 2,763 miliardi di euro. “Quest’ultima, pur cresciuta molto, ancora rappresenta meno del 7% della spesa sanitaria privata ed è per più del 50% riferibile a polizze collettive”, precisa il Bollettino statistico dell’Ivass

I numeri del ramo infortuni

L’utile del ramo infortuni si è attestato a 657 milioni di euro nel 2018, restando pressoché stabile nel quinquennio in esame. I sinistri denunciati con seguito ammontano a 335.000, in calo del 25,7% rispetto al 2013. La frequenza dei sinistri è dello 0,66%, anch’essa in calo rispetto all’1,08% del 2013; il pagamento medio per sinistro è stato pari a 2.627 euro, in aumento del 21,5% sul 2013; il premio medio per unità di rischio assicurata è di 61 euro (- 15,4% rispetto al 2013)

I numeri del ramo malattia

L’utile del ramo malattia è stato pari a 71 milioni di euro nel 2018, con una flessione del 25% rispetto al 2013. Il numero di sinistri è di circa 7,4 milioni, in deciso aumento (68,2%) sul 2013. Anche rispetto al 2017 si registra una significativa crescita (25,4%). Il pagamento medio per sinistro è stato di 223 euro, in flessione di un terzo rispetto al 2013. Per quanto riguarda il premio medio per unità di rischio, l’Istituto di vigilanza precisa che l’importo è stato pari a 142 euro e che gli aderenti ai fondi sanitari pagano premi superiori (173 euro).

I prossimi aggiornamenti del Bollettino statistico dell’Ivass avranno cadenza annuale.