Assicurazioni, Ivass: 21 intermediari colpiti da sanzioni amministrative pecuniarie

Ivass LogoSono in tutto 21 gli intermediari e le società di intermediazione oggetto delle sanzioni amministrative pecuniarie comminate fino a 59.000 euro tramite le ordinanze pubblicate lo scorso 29 aprile sul Bollettino Ivass di marzo.

Di seguito la lista completa dei provvedimenti:

  • L’ordinanza prot. n. 43971/16 del 1° marzo ha disposto 16.000 Euro di sanzione a carico di Alberto Chiarenza per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 15 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 1.000 Euro di sanzione a ISAC s.r.l. per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 43976/16 del 1° marzo);
  • Barbetta Alessandro & C. s.a.s. (in persona del liquidatore Alessandro Barbetta) è stata sanzionata con 59.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 44005/16 del 1° marzo – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 49 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Sanzione da 22.000 Euro per Monica Nappo e Adriano Ascarelli (in concorso), ai quali l’Istituto ha contestato il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 21 occasioni ed il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 44051/16 del 1° marzo);
  • L’ordinanza prot. n. 45378/16 del 2 marzo ha disposto 8.000 Euro di sanzione nei confronti di Domenico Varesano per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in tre occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 42.000 Euro di sanzione a Giuseppe Melchiorre – Ordinanza prot. n. 45382/16 del 2 marzo – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 42 occasioni;
  • Il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale è la causa della sanzione da 1.000 Euro nei confronti di Verbena Dominici (Ordinanza prot. n. 45385/16 del 2 marzo);
  • Angelo Moscagiuro è stato sanzionato con 12.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 46001/16 del 3 marzo – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in cinque occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Sanzione da 1.000 Euro nei confronti di Daniela De Crescenzo per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 46004/16 del 3 marzo);
  • Marco Cianelli è stato sanzionato con 3.000 Euro (Ordinanza prot. n. 46006/16 del 3 marzo) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • L’ordinanza prot. n. 48279/16 del 7 marzo ha disposto 1.000 Euro di sanzione nei confronti di Andrea Scoma (in qualità di titolare della SCM Broker Assicurazioni) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati. Il medesimo importo sanzionatorio, ma per “mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un soggetto dalla carica di responsabile dell’attività di intermediazione”, è stato comminato a Zumbo s.n.c. di Zumbo Salvatore e Antonio (Ordinanza prot. n. 48282/16 del 7 marzo);
  • 3.000 di sanzione a Giandomenico Battista per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 53470/16 del 14 marzo);
  • Tiziana Renda è stata sanzionata con 2.000 Euro per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 53480/16 del 14 marzo). Stessa violazione contestata, ma 5.500 Euro di sanzione, a carico di Anna Maria Scialpi(Ordinanza prot. n. 53481/16 del 14 marzo);
  • Sanzione da 6.000 Euro a carico di Financial Insurance Management s.r.l. (in persona del responsabile dell’attività assicurativa e amministratore unico, Claudio Andrea La Rosa) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni (Ordinanza prot. n. 53529/16 del 14 marzo);
  • L’ordinanza prot. n. 58973/16 del 21 marzo ha disposto 11.500 Euro di sanzione a carico di Domenico Bruni per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in sei occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 3.000 Euro di sanzione nei confronti di Licciardello Insurance s.a.s. di Orazio Licciardello (in persona del legale rappresentante pro tempore Orazio Licciardello) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni e mancato rispetto degli obblighi di adeguatezza dei contratti offerti e di conservazione della documentazione;
  • Assicurazioni Bernardis & Querini s.r.l. (in persona del liquidatore Roberto Querini) è stata sanzionata con 22.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 64093/16 del 29 marzo – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 21 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • L’ordinanza prot. n. 65930/16 del 31 marzo, infine, ha disposto 2.000 Euro di sanzione nei confronti di Assidea & Delta s.r.l. per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 2 occasioni.
Assicurazioni, Ivass: 21 intermediari colpiti da sanzioni amministrative pecuniarie ultima modifica: 2016-05-07T00:26:12+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: