Assicurazioni, Ivass: a luglio sanzioni amministrative pecuniarie per 19 intermediari. Disposte sei radiazioni

Ivass LogoNel mese di luglio sono stati 19 gli intermediari e le società di intermediazione oggetto delle sanzioni amministrative pecuniarie fino a 66.500 euro stabilite dall’Ivass, come si apprende dal Bollettino mensile dell’istituto.

Questo l’elenco dei provvedimenti:

  • L’ordinanza prot. n. 70135/15 del 1° luglio ha disposto 5.500 Euro di sanzione nei confronti di Stefano Romiti per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • Paola Neri è stata sanzionata con 2.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 70162/15 del 1° luglio – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale. La stessa violazione è stata contestata dall’Istituto a Marina Cinzia Ciardo (1.000 Euro, ordinanza prot. n. 70188/15 del 1° luglio) e Franca Vitali (2.000 Euro, ordinanza prot. n. 70218/15 del 1° luglio);
  • 25.000 Euro di sanzione per Cinzia Abbate, alla quale IVASS ha contestato il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in cinque occasioni e il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 82097/15 del 16 luglio);
  • Il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (in tre occasioni) è la causa della sanzione da 6.000 Euro disposta nei confronti di Pignoloni s.a.s. di Pignoloni Emilio & C. (Ordinanza prot. n. 82112/15 del 16 luglio);
  • L’ordinanza prot. n. 82128/15 del 16 luglio ha disposto 1.000 Euro di sanzione nei confronti di Assinova s.a.s. di Clarisse Pirrone per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • Sanzione da 9.000 Euro per Pasquale Di Lello, al quale l’Istituto ha contestato – attraverso l’ordinanza prot. n. 84909/15 del 21 luglio – il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni ed il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 1.000 Euro di sanzione – per mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della variazione della residenza – a carico di Gianpaolo Zanotel (Ordinanza prot. n. 84917/15 del 21 luglio);
  • Lion Broker s.r.l. Unipersonale è stata sanzionata con 1.000 Euro per mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della modifica delle cariche sociali all’interno del Consiglio di amministrazione (Ordinanza prot. n. 84921/15 del 21 luglio);
  • Sanzione da 3.000 Euro a carico di Umberto Chiodi per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 84929/15 del 21 luglio);
  • 66.500 Euro di sanzione per Giuseppe Salvatore, al quale IVASS – attraverso l’ordinanza prot. n. 85096/15 del 21 luglio – ha contestato il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 61 occasioni ed il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Best Broker s.r.l. (in persona del legale rappresentante pro-tempore Alberto Beltramini) è stata sanzionata con 10.000 Euro per mancata ottemperanza nei termini alle richieste dell’Istituto (Ordinanza prot. n. 85107/15 del 21 luglio). La stessa violazione – con il medesimo importo sanzionatorio – è stata contestata ad AG Immobiliare s.r.l. (già AG Broker s.r.l.), in persona del liquidatore Ilaria Gagliardi (Ordinanza prot. n. 85109/15 del 21 luglio);
  • 20.000 Euro di sanzione a carico di Antonino Santoro (in qualità di legale rappresentante, all’epoca dei fatti, della società Pagano & Santoro s.n.c.) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in dieci occasioni (Ordinanza prot. n. 90583/15 del 29 luglio);
  • L’ordinanza prot. n. 90621/15 del 29 luglio ha disposto 2.000 Euro di sanzione nei confronti di Concetta Santacroce per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Barbara Tarocchi è stata sanzionata con 1.000 Euro per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 90631/15 del 29 luglio);
  • Sanzione da 3.000 Euro per Guido Paduano, al quale l’Istituto ha contestato – attraverso l’ordinanza prot. n. 90679/15 del 29 luglio – il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 4.000 Euro di sanzione, infine, a carico di Nuovo Franzoso Assicurazioni di Gianni Franzoso & C. s.a.s. (in persona del legale rappresentante pro tempore Gianni Franzoso) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati ed esercizio dell’attività di brokeraggio in assenza di iscrizione nella sezione B del RUI.

In aggiunta a ciò l’autorità di vigilanza ha disposto la radiazione per sei intermediari e la cancellazione di una società di intermediazione).

Ecco l’elenco dei provvedimenti:

  • Gregorio Gabriele – Provvedimento n. 51-14-001563 del 28 ottobre 2014. Violazione degli articoli 117, 183 del Codice delle assicurazioni private, 62, comma 2, lett. a), punto 4), 47, comma 1, lett. a) e d), 54, 57 del Regolamento Isvap n. 5/2006;
  • Maurizio Bufo – Provvedimento n. 51-15-000043 del 16 gennaio 2015. Violazione degli articoli 62, comma 2, lett. a), punto 2), del Regolamento Isvap n. 5/2006;
  • Giacomo Rocco Vernile – Provvedimento n. 51-15-000044 del 16 gennaio 2015. Violazione degli articoli 62, comma 2, lett. a), punto 4), del Regolamento ISVAP n. 5/2006;
  • Giovanni Lerma – Provvedimento n. 51-15-000141 del 4 febbraio 2015. Violazione degli articoli 62, comma 2, lett. a), punto 4), 54, 47, comma 1, lett. a) e d) del Regolamento Isvap n. 5/2006, degli articoli 117, 183, 120 del Codice delle assicurazioni private. Con il medesimo provvedimento, l’Istituto ha disposto anche la cancellazione dal Rui della società L.G.D. di Lerma Giovanni & C. sas, ai sensi dell’art. 62, comma 4 del Regolamento Isvap n. 5/2006;
  • Stefano Bertuletti – Provvedimento n. 51-15-000159 del 5 febbraio 2015. Violazione dell’articolo 62, comma 2, lett. a), punti 2) e 7) e articolo 62, comma 2, lett. a), punto 2) del Regolamento Isvap n. 5/2006;
  • Vincenzo Fusco – Provvedimento n. 51-15-000342 del 16 marzo 2015. Violazione dell’articolo 117 del Codice delle assicurazioni private, dell’articolo 62, comma 2, lett. a), punto 4), e 54 del Regolamento Isvap n. 5/2006.
Assicurazioni, Ivass: a luglio sanzioni amministrative pecuniarie per 19 intermediari. Disposte sei radiazioni ultima modifica: 2015-09-04T09:15:53+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: