Assicurazioni, Ivass: investimenti vita e danni in aumento del 6,4% nel I semestre

19

Ivass LogoNel corso del primo semestre dell’anno gli investimenti vita e danni gestiti dalle imprese assicuratrici nazionali, con esclusione delle polizze index e unit linked, sono stati pari a 733 miliardi di euro, in aumento del 6,4% rispetto al primo semestre 2018. È quanto emerge dal Reporting Sovency II pubblicato dall’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass).

Secondo i dati Ivass il portafoglio complessivo delle imprese assicurative evidenzia la riduzione (dal 43,7% del 2018 al 42,9%) degli investimenti in titoli dello Stato Italiano e l’incremento (dall’11,6% al 12,2%) di quelli in quote di Organismi di investimento Collettivo in Valori Mobiliari (Oicvm).

Le riserve tecniche vita, pari a 736 miliardi di euro, sono cresciute del 7,5% e le riserve tecniche danni, pari a 53 miliardi di euro, sono aumentate meno di un punto percentuale. A pesare su queste ultime riserve è stata la riduzione del 4% e dell’1% rispettivamente nei rami RC Generale e RC Auto.

Il requisito di solvibilità Scr delle imprese italiane è di 56,5 miliardi di euro, in crescita del 2,4% rispetto al primo semestre 2018 e del 2,5% alla chiusura dell’esercizio.

Il ratio tra fondi propri e il requisito di solvibilità Scr è pari a 218%; era 226% nel primo semestre 2018.