Assicurazioni, l’Antitrust apre spiraglio per il plurimandato

Giovanni Pitruzzella, presidente dell'Antitrust

Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Antitrust

Arriva l’ok dell’Antitrust al plurimandato per le assicurazioni. L’autorità garante della concorrenza e del mercato ha inviato sette lettere di impegno a sette compagnie assicurative: UnipolSai, Generali, Allianz, Reale Mutua, Cattolica, Axa e Groupama. Il tema sul tavolo è quello delle possibili intese verticali che, secondo l’autorità, avrebbero potuto ostacolare l’esercizio del plurimandato da parte degli agenti di assicurazione.

Sempre secondo l’Antitrust, le restrizioni potrebbero costituire obblighi di non concorrenza, diretti o indiretti, potenzialmente idonei a imporre di fatto agli agenti di non vendere prodotti assicurativi in concorrenza con quelli oggetto del contratto di agenzia.

Le sette lettere di impegno sono state consegnate e ora l’autorità guidata da Giovanni Pitruzzella dovrà valutare se si tratta di impegni “ricevibili”, ovvero “non manifestamente infondati”. Nell’ipotesi in cui passassero questo primo esame, gli impegni verranno resi pubblici e sottoposti al “market test”, e dunque tutti i soggetti interessati alla materia, dagli agenti alle associazioni dei consumatori, potranno dire la loro. A quel punto l’Antitrust potrebbe rendere gli impegni vincolanti.

Per il presidente della Sna, Claudio Demozzi, i documenti presentanti dalle compagnie rappresentano “un’importante vittoria per gli agenti di assicurazione e per il mercato”.

Assicurazioni, l’Antitrust apre spiraglio per il plurimandato ultima modifica: 2014-01-09T16:38:50+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: