Assicurazioni: l’Ivass incontra i vertici delle principali compagnie. E striglia le società che non rispettano le regole su rc auto

Sebbene la norma sia in vigore da quasi un anno (marzo 2012, ndr) – si può leggere in una nota dell’istituto da poco subentrato all’Isvap – risulta che alcune imprese non si sono ancora adeguate. Ha così chiesto che entro il 31 marzo le imprese effettuino verifiche sulle proprie strutture liquidative e diano conferma alla autorità di Vigilanza di essere in linea con la nuova normativa. I cittadini che hanno subito il furto o l’incendio del proprio veicolo non possono essere più costretti, per avere l’indennizzo dovuto, a rivolgersi agli uffici giudiziari competenti per ottenere il certificato di chiusa inchiesta che spesso, soprattutto nelle grandi città, richiede tempi di attesa molto lunghi. Le Procure della Repubblica saranno sgravate da una inutile e pesante attività burocratica”. Come scritto da Milano Finanza, nelle scorse settimana il nuovo presidente dell’autorità, Fabrizio  Saccomanni, ha avuto i primi incontri con i vertici delle principali compagnie assicurative che operano nel Paese. Appuntamenti conoscitivi, volti ad avviare un dialogo con i rappresentati delle imprese, durante i quali si è però anche parlato di temi importanti, come la questione dell’home insurance, novità introdotta dal governo di Mario Monti che dovrebbe consentire ai clienti di poter reperire su web informazioni che riguardano la propria situazione assicurativa.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Assicurazioni: l’Ivass incontra i vertici delle principali compagnie. E striglia le società che non rispettano le regole su rc auto ultima modifica: 2013-03-02T14:27:56+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: