Aumentano i prezzi degli affitti in UK. Ma la crescita è lenta

Nello scorso mese di ottobre, il costo dell’affitto medio in Inghilterra e in Galles è aumentato dello 0,2% assestandosi su un valore quantificabile in 720 sterline al mese: è la crescita più modesta dal mese di febbraio 2011. Tuttavia, nonostante questo ritmo di crescita piuttosto basso, il prezzo degli affitti è continuato a salire negli ultimi nove mesi e oggi presenta un valore record, mai registrato dalla LSL Property Services.

Londra è, come d’abitudine, la città più cara del Paese tanto che l’indice medio per il prezzo degli affitti è salito a 1.030 sterline al mese, a fronte di una crescita minima sul mese di settembre: +0,1%.

LSL Property Services ha tristemente scoperto che, per gli affittuari inglesi, si è manifestata una preoccupante “svolta negativa”, tanto che sono saliti al 10,1% gli inquilini in ritardo con i pagamenti alla fine di ottobre, mentre al 30 settembre il dato misurava l’8,6%. Addirittura, il mese di ottobre 2011 ha totalizzato 287 milioni di sterline di non pagato, con una crescita consistente se si considera che lo stesso valore, al mese precedente, era stato pari a 243 milioni.

David Brown, direttore commercial della LSL Property Services, ha previsto che i prezzi sono destinati ad aumentare ancora, seppur sempre sensibilmente, almeno fino a Natale, periodo storicamente “fermo” per quanto riguarda il mercato.

“Nonostante il basso tasso di crescita – ha dichiarato Brown – i prezzi degli affitti sono in aumento costante. Non solo, ma il tasso di crescita è quasi doppio rispetto a quello relativo agli aumenti salariali: è ipotizzabile pensare che molti affittuari dovranno destinare sempre più parte del proprio salario per onorare le spese di affitto durante il 2012”.

Aumentano i prezzi degli affitti in UK. Ma la crescita è lenta ultima modifica: 2011-11-29T14:55:41+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: