Aumento di capitale per Banca Marche

Il 9 marzo si è concluso il periodo di adesione all’Offerta in Opzione delle massime n. 211.720.802 nuove Azioni, del valore nominale di Euro 0,52, offerte agli azionisti ai sensi dell’art. 2441 c.c. al prezzo unitario di Euro 0,85, nell’ambito dell’operazione di aumento di capitale deliberato dall’Assemblea straordinaria della Banca delle Marche S.p.A. lo scorso 24 ottobre 2011.

Dai dati provvisori al momento disponibili sull’adesione all’Offerta in Opzione, risulta che, nel corso del periodo di Adesione dell’Offerta in Opzione, a seguito dell’esercizio del diritto di opzione e di prelazione, sono pervenute richieste di sottoscrizione superiori al numero di azioni ordinarie oggetto dell’Offerta.
Alla luce di quanto precede, non si darà luogo all’Offerta a Terzi prevista nel Prospetto Informativo per il caso in cui, ad esito dell’Offerta in Opzione, fossero risultate Azioni non sottoscritte.
I risultati definitivi dell’Offerta saranno comunicati dalla Banca appena disponibili e, comunque, pubblicati con avviso in data 15 marzo 2012.
Il presente comunicato è disponibile in formato elettronico sul sito internet della Banca www.bancamarche.it.
“Desidero ringraziare tutti i nostri azionisti e dipendenti – commenta Massimo Bianconi, direttore generale di Banca Marche – per avere contributo al successo dell’aumento di capitale e per avere creduto nella solidità del nostro istituto”.
“La sottoscrizione per intero dell’aumento di capitale e il consistente aumento del numero dei soci, cresciuti ad oltre 43mila – commenta Michele Ambrosini, presidente di Banca Marche – dimostrano la fiducia che gli azionisti da sempre nutrono verso di noi e la credibilità che la nostra banca è riuscita a conquistarsi. Banca Marche si conferma come un punto di riferimento importante per il futuro del nostro territorio”.

Aumento di capitale per Banca Marche ultima modifica: 2012-03-15T08:32:03+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: