Australia: aumenta il valore dei mutui, ma le rate sono più sopportabili

Nonostante un incremento nel valore medio dei mutui richiesti per comprare casa, nel corso del terzo trimestre dell’anno le abitazioni australiane sono diventate più appetibili per gli acquirenti rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Uno studio condotto dal Real Estate Institute of Australia e dalla Adelaide Bank ha scoperto che tra luglio e settembre la quota di reddito necessaria per rimborsare un prestito immobiliare è scesa dello 0,1% rispetto al secondo trimestre, arrivando al 31,8% e segnando il quinto ribasso trimestrale consecutivo.

“I dati che abbiamo raccolto mostrano che circa un quinto di tutti i proprietari di casa sono nuovi acquirenti che hanno deciso di coprare un’abitazione piuttosto che continuare a pagare un affitto”, ha spiegato Damiano Percy, direttore generale della Adelaide Bank. “Questo perché i mutui sono diventati più sostenibili per i budget delle famiglie. Lo dimostra anche il fatto che il numero di mutuatari è passato dal 17,9% del secondo trimestre al 19% del terzo”.

Il Territorio della Capitale Australiana continua a essere la regione del Paese in cui è più conveniente comprare casa: mediamente la quota di reddito richiesta per rimborsare un mutuo è del 18,9%. Viceversa nel Nuovo Galles del Sud si arriva al 36,5%. Nel corso del terzo trimestre sia il

Queensland che il Territorio del Nord hanno registrato un abbassamento sensibile della percentuale di reddito necessaria al pagamento dei prestiti immobiliari contratti.

Nel periodo di riferimento l’ammontare dei mutui erogati è cresciuto mediamente dell’1%, con un valore che si attesta sui 320.542 dollari e rate mensili di rimborso che ruotano intorno ai 2.176 dollari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Australia: aumenta il valore dei mutui, ma le rate sono più sopportabili ultima modifica: 2012-12-18T11:24:39+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: