Australia: la Rba è pronta a tagliare i tassi se l’economia del Paese dovesse peggiorare

I positivi dati sull’inflazione in Australia offrono l’opportunità di un ulteriore taglio dei tassi d’interesse nell’ipotesi in cui l’economia del Paese dovesse indebolirsi. È quanto si può leggere nelle minute della riunione della Reserve bank of Australia del 4 settembre scorso, durante la quale l’istituto centrale ha deciso di mantenere i tassi invariati al 3,5%.

“L’attuale valutazione dell’outlook sull’inflazione continua a fornire la possibilità di aggiustare la politica monetaria in risposta a qualsiasi deterioramento significativo nelle prospettive di crescita” del Paese, sostengono gli esperti della Rba.

Con i mercati finanziari che stanno spingendo per avere almeno due tagli dei tassi d’interesse entro la fine dell’anno, aumentano le probabilità che la banca possa agire in tempi brevi. Anche perché le minute avvertono che il recente calo dei prezzi delle commodity, quali ferro, e carbone potrebbe indebolire l’outlook economico del Paese, molto ricco di risorse minerarie.

La Rba ha già ritoccato al ribasso i propri tassi nel mese di maggio e giugno, per un taglio complessivo di 75 punti base.

Una delle ragioni che ha spinto l’istituto a lasciare invariato il tasso di sconto all’inizio del mese è la performance relativamente robusta dell’economia domestica.

Due dei maggiori contributori alla crescita sono arrivati dal settore minerario e da quello dei servizi finanziari, che hanno portato entrambi 0,2 punti percentuali all’aumento totale del Pil. Gli addetti ai lavori prevedono che i dati in uscita mostreranno una crescita ancora solida nel secondo trimestre, anche se in lieve rallentamento rispetto al primo.

In questo quadro il mercato immobiliare resta invece debole. Nel secondo trimestre i prezzi hanno continuato a mostrare una flessione dell’2,1% rispetto all’anno precedente e in generale i livelli di attività sono deboli. Le approvazioni delle costruzioni sono scese del 10,6% rispetto a luglio dello scorso anno. Infine i dettagli relativi alla produzione delle costruzioni del secondo trimestre indicano un calo ulteriore delle costruzioni residenziali del 2,4%, dopo una contrazione simile nel periodo tra gennaio e marzo.

Australia: la Rba è pronta a tagliare i tassi se l’economia del Paese dovesse peggiorare ultima modifica: 2012-09-18T13:30:04+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: