Auxilia Finance domani in convention. L’ad Lupidii: “Al via la rivoluzione della nostra struttura organizzativa. E ad aprile partirà il nostro master in mediazione creditizia”

Lupidii Samuele Auxilia“Nel corso del 2017 il mercato ha sperimentato una contrazione delle erogazioni del 10,5 per cento. Noi invece ci siamo mossi in controtendenza, registrando una crescita a due cifre, resa possibile dagli investimenti fatti su nuove strategie, nuovi servizi e multicanalità. Ora siamo pronti per un cambio di passo, che inizierà con la rivoluzione della nostra struttura organizzativa”. Alla vigilia della convention in programma domani nella sede di Borsa Italiana a Piazza Affari, Samuele Lupidii, amministratore delegato di Auxilia Finance, racconta cosa ha in serbo il 2018 per la società e quali sono i progetti su cui l’azienda intende concentrarsi.

Quest’anno per la vostra convention avete deciso di far le cose in grande. A cominciare dalla sede. Perché  avete scelto la Borsa di Milano?
Si tratta di un luogo simbolo, individuato tra i tanti possibili per sottolineare il ruolo centrale che la mediazione creditizia ha nello sviluppo economico del Paese. Anche per gli ospiti sono stati selezionati nomi di spessore, tra cui cito, come esempi, Gian Battista Baccarini, presidente nazionale della Fiaip, Antonio Catricalà, presidente dell’Organismo agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi e Corrado Sforza Fogliani, presidente di Assopopolari e vice presidente dell’Abi.

Quali saranno i temi al centro dell’incontro?
Si parlerà del futuro della mediazione creditizia, della sinergia tra le reti fisiche e quelle digitali, della multicanalità. In particolare per Auxilia Finance il 2018 porterà un’accelerazione sul fronte della digitalizzazione di tutte le attività, orientata a un ulteriore sviluppo del business aziendale. Particolare attenzione sarà riservata anche alla lead generation, una parte della quale sarà gestita in partnership con Digitouch, uno dei principali player indipendenti italiani attivi nel digital marketing, quotato da marzo del 2015 sul mercato Aim Italia.

Che previsioni avete per l’anno appena iniziato?
A livello generale crediamo che il 2018 sarà un anno difficile. Nel primo trimestre il numero di richieste di finanziamento sarà ancora in contrazione e solo nel prosieguo si dovrebbe determinare una leggera ripresa. In questo contesto esistono comunque gli spazi per crescere, a patto chiaramente di avere le capacità e i mezzi per farlo. Fondamentale è sicuramente investire nella tecnologia e nella digitalizzazione, come la nostra società sta facendo da tempo.

Tra le novità di quest’anno vi è anche il sostegno che darete al World Food Program…
In realtà l’attività di Auxilia Finance in campo sociale è iniziata due anni fa, quando abbiamo deciso di finanziare due progetti sulle neuroscienze dell’associazione Alan Onlus, impegnata nella lotta all’Alzheimer. Quei progetti hanno portato a risultati concreti, cosa che ci ha spinto a proseguire su quella strada. In aggiunta a questo abbiamo voluto dare il nostro appoggio alla campagna del World Food Program per il raggiungimento del secondo dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile adottati dalla comunità internazionale nel 2015, quello della Fame Zero. Un impegno per mettere fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile al quale anche noi vogliamo dare un piccolo contributo.

Avete in serbo altre sorprese?
Sì. Ad aprile prenderà il via la prima edizione del nostro “Master in mediazione creditizia”. Si tratta di un percorso di formazione rivolto principalmente ai laureati, al quale potranno però partecipare anche persone diplomate in qualità di uditori. Alla fine del percorso di studio, superate le prove previste, saranno rilasciati 60 crediti formativi universitari. Inoltre il conseguimento del master, che è aperto a tutti, non solo ai nostri collaboratori, consentirà l’iscrizione agli elenchi dell’Oam.

Auxilia Finance domani in convention. L’ad Lupidii: “Al via la rivoluzione della nostra struttura organizzativa. E ad aprile partirà il nostro master in mediazione creditizia” ultima modifica: 2018-01-31T09:00:17+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: